Il pollo alla griglia della domenica

C’è tutta una liturgia che inizia la domenica mattina alle 11, con un mannello di ginestra secca e l’accurata scelta della legna più verde e più molle per il fuoco, tanto che, appena si accende, si alza un fumo penetrante e grigio che pare un Conclave.
Precedentemente il pollo era stato riempito di spicchi d’aglio dell’orto e ramerino, con ampia pepatura e sale e un lento scivolare dall’ampolla dell’olio.
La marinatura del pollo avviene per tutto il tempo che serve affinchè la legna molle sia brace briosa e ardente.
Lo stare intorno alla griglia di Vasco è per controllo, non perchè il pollo bruci, ma perchè qualcuno dei gatti in appostamento lo tiri via prima del tempo e ci pranzi con comodo.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...