I Vignaioli di Radda puliscono le strade

Qual’è il colmo per un Vignaiolo di Radda? Mettersi a ripulire un pezzo di strada che corre fra Radda e Lucarelli e trovare un cartone di Tavernello bevuto, buttato per le fossette laterali da qualche intenditore di vino.
Camminare a piedi per le strade è un modo per vedere da vicino le nefandezze di chi getta i propri oggetti fuori dal suo quattro ruote o abbandona i propri rifiuti nel primo luogo disponibile, lontano dalla sua abitazione. Una brutta abitudine.
Una pattuglia di vignaioli raddesi, con guanti, sacchetti e pettorine gialle, ha ripulito un tratto di strada che corre, come detto, fra Radda e Lucarelli.
I sacchi si sono riempiti velocemente, non sono mancati pneumatici, bottiglie e lattine.
Un gesto di affetto per chi vive, ama, lavora e produce buon vino in un territorio unico che non merita così tanta inciviltà da poche persone.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, persone | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Le Biccherne dell’Archivio di Stato

La rendicondazione di entrate, ma soprattutto uscite, fin dal XII secolo, nella Repubblica di Siena, era affar serio, ed era affidata a una Magistatrura composta di persone con un incarico a termine e rotazione, durante il quale, ogni istante della vita e dello Stato, erano discussi, decisi e poi riportati nei libri mastri della contabilità.
Accadeva anche che, in una società di elevata concezione del valore pubblico del proprio operato, la copertine di questi libri, fossero una tavoletta di legno, dipinta dai più grandi artisti dell’epoca, con ritratti di scene laiche e religiose, di momenti salienti accaduti nel periodo all’interno delle attività del libro.
Tutte queste opere, inventariate e donate al pubblico, grazie all’attività di catalogazione di un luminare, sindaco, archivista: Alessandro Lisini, il cui nome risuona in una strepitosa e famosa etichetta di Brunello di Montalcino.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019 | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il glicine fiorito di Villa Bardini

Il momento è ora per godere appieno della copertura totale del pergolato apposto a sostegno a una serie di glicini dai grappoli grassocci di un intenso rosa o viola.
Una pianta rampicante che si inerpica sui pali, ma soprattutto sopra la vista di una città costruita ad arte a misura di bellezza.
Sotto, le vicissitudini umane, in alto la quiete, una infinita fonte di sosta, a mente sgombra, navigando musicalmente fra delicate profumazioni viola e intense roselline inglesi.
Una panchina con un buon libro o l’animo aperto alla contemplazione senza pensare e farsi mai distrarre da niente, se non dalla conta dei petali o da un volo di rondine.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019 | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Golf Club Berardenga

Nella Berardenga, la golf  ha sempre un posto in prima fila: sotto il monumento più antico, la Torre dell’Orologio, (che batte ancora dopo settimane, l’ora solare) sopra la luce che dal basso la illumina, davanti l’usci di casa, solo perchè non riesce a salire o scendere scale.
Come se fosse una polizza, il parcheggio fisso su immaginarie striscie: il posto auto che si è personalizzato, pur non avendone sogni e titoli.
Per entrare nell’esclusivo club, basta avere una Golf nera di una qualsiasi età: le iscrizioni, a Castelnuovo Berardenga, pieno centro storico.

L’automobile: il terzo testicolo dell’uomo moderno.

Pubblicato in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Fotografie 2019, italians, La Porta di....., Porcate | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

Marcia “Stop pesticidi” da Radda a Gaiole in Chianti

Oltre un centinaio di persone hanno partecipato alla marcia per dire “No ai pesticidi” che si è mossa la domenica delle palme da Radda, proseguendo per Vistarenni, San Donato in Perano, Vertine, per concludersi a Gaiole in Chianti, sotto una pioggia battente e a tratti di grandine sparsa.
Associazioni ambientaliste, semplici cittadini, famiglie, apicoltori, produttori di vino, si sono incamminati nella burrasca, in un percorso a tratti da sogno e in forte salita, per affermare con gioia il netto proposito di voler far collimare la propria vita in chiave di armonia con il proprio territorio di appartenenza, con il proposito di vederlo presto libero dall’uso indiscriminato di pesticidi in agricoltura.
Il colpo d’occhio, nella lunga e dritta strada a sterro sottostante a San Donato in Perano, era impressionante: una mole di ombrelli in marcia in favore di un mondo un pochino migliore dell’esistente.
Fonti: Il Gazzettino del Chianti – La NazioneVinix

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, Italia Nostra, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Siena: il Generale Lee, dolci, dolcezze e motori

L’automobile è il terzo testicolo dell’uomo moderno. In Piazza del Campo, è in corso di svolgimento la prima manifestazione “Dolci, dolcezze e motori“, con il rombo dei motori che raccolgono la curiosità del pubblico più dei classici dolci della tradizione senese.
Sotto i gazebi mancano le Maestà delle rinomate pasticcerie artigianali, ma in compenso una simil macchina arancione che ricorda il celebre telefilm televisivo “Hazzard“, è vista e fotografata a raffica dall’esercito dei “selfisti”.
L’attinenza fra panforte e ricciarelli con i motori c’entra quanto un eschimese a fare il custode di cammelli, ma l’idea di dare una vetrina pubblica a quello che era un vanto della città: l’industria dolciaria, è un buon inizio e una buona idea.
Sperando però che il tutto rimanga sotto i gazebi nei tre giorni di piazza e non ci siano incongrue scalate di canditi o pasta di mandorle verso le sale nobili del vecchio ospedale Santa Maria della Scala.

Pubblicato in Arte e curtura, Etruscany, Federica, Fotografie 2019, italians, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Vertine: messa della domenica delle palme

chiesa-di-san-bartolomeo-a-vertine

Don Hector non è svizzero, ma è preciso, e con puntualità doncamilliana, alle ore 17 di domenica 14 aprile, inizia la messa delle palme, alla chiesa del Popolo di San Bartolomeo a Vertine, con conseguente bendizione dell’ulivo, che già è stato ammazzettato.
Se si è fortunati, si può assistere alla lettura della Via Crucis, che ricorda parecchio da vicino le scene del secondo “Amici Miei” con la scena della crocifissione dell’architetto Melandri: “scaracchiatelo“. A seguire un piccolo rinfreschino per tutti partecipanti.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019 | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | 1 commento