Giornata di degustazione dei vini di Gaiole in Chianti

Sabato 27 ottobre, presso il complesso delle ex cantine Ricasoli di Gaiole, dalle ore 11 alle 19,30,sarà possibile fare una panoramica sull’annata 2016 con il prodotto delle viti che hanno il piede piantato nel comune di Gaiole, per soli 12 € all’ingresso.

Dal borro alle altitudini, una rassegna dei climi, delle dolcezze e delle asperità che fanno da caratteristica a uno dei comuni pù pregiati e più ambiti nel panorama vinicolo globale. Il Vinitaly di Gaiole vede di scena: Agricola Matteoli, Badia a Coltibuono, Borgo Casa al Vento, Cantalici, Capannelle, Casanova di Bricciano, Castello di Ama, Castello di Cacchiano, Castello di Lucignano, Castello di Meleto, Fietri, I Sodi, Il Palazzino, La Casa di Bricciano, Le Miccine, Monterotondo, Podere Ciona, Ricasoli, Riecine, Rocca di Castagnoli, Rocca di Montegrossi, San Giusto a Rentennano, San Martino, Tenuta Perano,Tenuta San Vincenti. Qui il programma della giornata.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, degustazioni, Etruscany | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La meravigliosa avventura di Tex e Zagor a Poggibonsi

locandina tex e zagor a poggibonsi

Da un’idea di Simone Mircoli, ex consigliere comunale di Poggibonsi: un pomeriggio fra le nuvole parlanti e con gli autori dei noti personaggi dei fumetti Tex e Zagor.

Primo fra tutti Giovanni Ticci,senese, (autore del Palio 2 luglio 1995) disegnatore da mezzo secolo di Tex e autore dell’albo che celebra il 70° compleanno del ranger, da poco uscito in edicola.
Con Moreno Burattini, sceneggiatore delle storie di Zagor, che è diventato anche curatore della collana.

Lucio Filippucci, bolognese, disegnatore prima di Martin Mistere, poi, nel 2088 autore di un Texone e dal 2013 in pianta stabile fra gli autori di Tex.

Walter Venturi, romano, disegnatore di Brad Bannon, Demian e poi di Zagor.

Fabrizio Foni, dell’Università di Malta, esperto di fumetto e letteratura popolare.

Poggibonsi, domenica 21 ottobre ore 16, Teatro Politeama, sala Set.

L’incontro è organizzato dalla “Scintilla” con il patrocinio del Comune di Poggibonsi e il sostegno di Panurania e Supermercato Punto Simply Bellavista.
In collaborazione con l’Associazione Via Maestra.
Per info: lascintilla.associazione@gmail.com

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Si corre il Palio straordinario delle foglie morte

Palio non liberamente ispirato alle sgargianti giacche azzurre con liste gialle e rosse del nuovo sindaco Luigi De Mossi, ma da un sito di immagini che intitola la foto “Soldato tedesco che bacia la mano di una signora“.

Di questo Palio, di straordinario, ci sarà un manto di tufo in piazza coperto di foglie morte, una tregua scolastica, qualche vago rimando alle trince e spallate sull’Isonzo, e forse passerà alla storia la poca originalità del pittore, che si avvale dell’arte di copiare.
Ma è cosa nota che, a Siena, la polemica di piazza e social-ista è prassi quotidiana, e al tutti contro tutti, si fa tregua momentanea, posizionando le gambe sotto i tavoli nell’azzurra cena della vittoria.

Pubblicato in Arte e curtura, Etruscany, Federica, Fotografie 2018, italians, La Porta di....., Palio | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Il cantiere delle foglie più amate

S’infittisce la trama oscura delle tenebre e la mattina è di rituale sbadiglio prima che la luce prenda il sopravvento.
Questo aumento di oscurità dice alle viti che è l’ora di lasciar perdere le chiome e di prepararsi al grande sonno, (il letargo invernale), e prima che le foglie si stacchino dal tralcio, vogliono donarsi fiere del compimento massimo della loro bellezza, donando ai sentimenti più esposti, l’ultimo acuto.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2018, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Attenzione ai Vigili Urbani della Berardenga!

Desta sorpresa e stupore nella popolazione bullettaia il veder passare sovente un Vigile Urbano accompagnato da un operaio del Comune.
Inusuale, ma non si tratta di un’offensiva di multe e rimozione coatta ai parcheggiatori incivili, bensì di due mariuoli travestiti e non trans, che cercano di intrufolarsi nelle case con la scusa di visionare i contatori dell’acqua.

I due viaggiano su una Seat Ibiza grigia, i Carabinieri raccomandano la massima vigilianza e collaborazione dei cittadini per acciuffarli. Fonte: Il Cittadino.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2018, italians, La Porta di....., persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

Il Dit’Unto 2018 a Villa a Sesta

Il sindaco di Castelnuovo Berardenga Fabrizio Nepi, inaugura insieme al sindaco di Villa a Sesta Paola Valenti, il sesto villaggio culinario che si appella Dit’Unto.
Tante le manifestazioni gastronomiche, forse troppe, che spaziano dalla sagra popolare all’ideologia dei cuochi (chef) da cui pare che dipendano i destini del mondo.
Villa a Sesta e il Dit’Unto invece sono qualcosa di molto particolare e piacevole, perchè non c’è presunzione, perchè tutto nasce e cresce semplice e spontaneo.
Si ha la possibilità di assaggiare delle delizie senza svenarsi in un posto circondato dall’oro delle foglie di sangiovese in una giornata ebbra di sole e dal morbido accento calabrese alla chitarra con le canzoni di mille papaveri rossi.
Ci sono la cortesia, la professionalità, il sorriso e la gioia di chi si adopera nel lavoro sotto i gazebo e nel tessere l’invisibile ma faticosa trama fra un’edizione e l’altra che sta dietro all’ organizzazione e al lavoro pratico.

Ci sono persone che si parlano, si stimano, scherzano e forse è proprio questo il successo di questa bella giornata.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, degustazioni, Federica, Fotografie 2018, La finestra di Stefania, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Il Palio di Gian Marco Montesano

il palio di gian marco montesano

Di straordinario c’è solo il fatto che si corra un Palio in una stagione inconsueta come ottobre e che l’alta pressione renda molto gradevole il clima.
Il resto è approssimazione e voglia di dare ai bordelli quattro giorni di svago lontano dai libri, dalle interrogazioni, dal surreale modo in cui si celebra una ricorrenza importante come la fine della Grande Guerra, ricordandosene con un abbassamento di canape.
Lo sfondo del Palio dipinto da Gian Marco Montesano, (del colore delle giacche del sindaco), che i più vispi coglieranno essere di buon aspicio al Nicchio, con quel tono di un certo azzurro che vira verso il più scuro.
Il resto un militare in panno grigio – verde che pare abbia in testa un casco da vigile urbano, mentre bacia la mano a una nobildonna che lo guarda con una certa riluttanza.
Mai niente da spartire la nobiltà interventista con il mare di sangue versato dal contado.
Ne esce un’opera che renderà certo felice chi la predispone (dopo la vittoria) nel proprio museo di Contrada, ma che di rimando non suscita un pensiero o una riflessione su quello che è il suo vero scopo: la Prima Guerra Mondiale e i suoi drammi umani.

Pubblicato in Arte e curtura, Etruscany, Federica, La Porta di....., Palio | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti