Le due caserme dei Carabinieri di Radda in Chianti

macchina-carabinieri-ex-forestale-foto-da-motori-it

Non è una barzelletta, ma il frutto dell’accorpamento della Guardia Forestale con i Carabinieri voluto dal ministro del governo Renzi, Marianna Madia.

I primi effetti sui territori sono la creazione di doppioni all’interno di piccoli paesi come può essere Radda, dove la vecchia caserma della Forestale diventa una nuova caserma della Benemerita che si aggiunge all’esistente.
Più nebulosa la competenza in fatto di incendi boschivi e del coordinamento delle operazioni di spegnimento, forse più presente la vigilanza e il controllo del territorio data la scarsità di uomini e mezzi dei Carabinieri, che da questo momento, in virtù del riutilizzo dei mezzi della vecchia Guardia Forestale, potrebbero fare dei posti di blocco con un’autocisterna, armati di motoseghe.

Inconsuete le macchine verdi dei Carabinieri, consueti i disagi per il personale dell’Arma  e dei cittadini.

Pubblicato in Chianti Storico, italians, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Una carezza di neve fina

Uccelli e scoiattoli non avevano fermezza, intenti ad accaparrarsi i granelli di sale sparsi sulla strada dai mezzi antineve del comune.

L’euforia che precede i grandi eventi, o forse la paura di trovare le poche risorse di cibo che concede la stagione coperte da un manto di neve che per giorni avrebbe impedito la loro pur scarna alimentazione.

E’ solo una carezza di neve che la notte si è gelata addosso a dove il caso l’aveva appoggiata, le piante lacrimano e si asciugano sperando che la tenaglia del gelo non abbia prodotto danni a piante delicate come gli ulivi.
E’ un freddo piccante che disinfetta, protegge, fa rifiatare le gente della campagna.

Pubblicato in campino e olio, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2017, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Via delle belle donne

via-delle-belle-donne

Nel mezzo del cammino una duna si è smarrita e tra il sorriso e il dolore il passo di corsa è breve, un banale intoppo che però ha il pregio di mostrare il ritorno del buon seminare gioviale e ottimista.
Il ghibli della fatalità intinto nel sogno come un cantuccio, di quelli che si cercano e poi si trovano con un solfeggio di riposo discretamente azzurro.

Pubblicato in Fotografie 2017, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Siena: branco di cinghiali alla Coop Le Grondaie

branco-di-cinghiali-alla-coop-delle-grondaie-foto-da-radiosienatv

Il filmato realizzato da due giovani senesi alla Coop delle Grondaie ha fatto in pochi minuti il giro della città. Nelle immagini il branco di grossi cinghiali pascola tranquillamente nelle aiuole e si allontana, attraversando la strada, solo quando si avvicinano i fari della macchina. Siamo vicinissimi alla città, in una zona abitata e a poca distanza dalla ferrovia.

La scorsa settimana una battuta al cinghiale all’asilo di Scacciapensieri.

Questi animali, così avvezzi al pane, aspettano che la Coop apra per fare colazione.

Fonte: Radio Siena TV

Pubblicato in Etruscany, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , | 1 commento

La leggenda della Madonna con la rondine

la-vergine-con-la-rondine-di-matteo-di-giovanni-pinacoteca-comunale-di-castiglion-fiorentino

Un’antichissima leggenda armena dice che la sera del venerdi santo tutte le rondini della Galilea e della Giudea si riunirono mestamente attorno al santo sepolcro e che, all’alba del giorno di Pasqua, al momento della resurrezione, partirono in ogni direzione per il mondo a portare la lieta novella.
Questo uccello, dalla lucida livrea nera, rappresentato ad ali spiegate, forma con la coda e le ali un’immagine simile a quella dell’ancora simbolo di speranza.
L’opera pittorica è di Matteo di Giovanni datato nelgli anni 70 del xv secolo e si trova nella Pinacoteca comunale di Castiglion Fiorentino.

Fonte: Claudio Rorato

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2017, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Il fascino della notte alle terme San Giovanni di Rapolano

Fuori, il culmine di un giorno che vira di un intenso vermiglio nello scricchiolare di un gelo profondo, dentro, la meraviglia che ritempra fumi di tepore, minerali cutanei, tenebre soffici come un nido di rondine.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2017, persone | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento

Le panchine di Pacina

Una quiete accesa che illumina questa finestra di mondo forgiata dal lavoro e dall’ersosione degli agenti dei secoli fra fiammelle di potatura d’ulivo che arde riscaldando il freddo di piante spogliate con forbici e seghetto.
E’ come camminare una musica di Allevi, quest’armonia vivace di Pacina.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2017 | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento