La ciclo gastronomica del Chianti

Pellegrinaggio al Gallo di Fabio Zacchei e al monumento celebrativo di Luciano Berruti, sempre scolpito nel ferro da Fabio Zacchei.
Due chilometri più sopra la celeste Buca, una rondine sempre scolpita da Fabio Zacchei, accoglie due rette parallele partite da nord e da sud che si sono incrociate esattamente presso l’Altare della brace di Vertine.

Chiesa di rito protestante, ma che poi, una volta accesa, mette sempre d’accordo tutti.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Mostra di Enzo Gambelli alle Terme Antica Querciolaia

L’ Arte si avicina alle persone, nei luoghi da esse frequentate per diletto o per mal di schiena, come nel caso delle Terme Antica Querciolaia di Rapolano, che ripropongono, nei propri spazi, un succedersi di artisti contemporanei.
Il primo artista in mostra dal 13 settembre, per un mese, è Enzo Gambelli, con una personale intitolata “Archeologia Contemporanea”.
Originario di Castel Berardengo, acuto osservatore dei tempi e raffinato scopritore di materiali abbandonati o in disuso che rapisce dall’abbandono nei boschi, sulle strade, o in qualche magazzino e li plasma e riconduce a nuova vita.
La sua ricerca artistica parte da una riflessione sul mondo antico: Roma, Pompei, i palazzi capitolini e senesi, una magnificenza di spessore architettonico che si mescola con il rifiuto al riuso, con gli oggetti ai margini della società dei consumi, inutili come  i sognatori, gli amanti del bello e del Bene Pubblico.
La ruggine prende il sopravvento sui tempi e sui rapporti, quando non c’è viene limata e creata dall’artista per evidenziare un distacco, un rapporto usurato, un’ipotetica Europa azzurra, sfilacciata su una corazza di bandone, unita da sottili fili metallici usurati e pronta a implodere per i troppi egoismi.
Lo storico dell’arte Paolo Fiorenzani è il curatore della mostra e delle successive che si avvicenderanno nei sulfurei spazi di idee e acque termali dell’Antica Querciolaia.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2019, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

La sfogliatura della malvasia da vinsanto

Grappoli di malvasia brillante come l’oro, privati delle foglie per esporre i chicchi al sole per maturare, per meglio asciugare dagli eventuali guazzoni del mattino.
L’annata si preannuncia interessante, il caratello del vinsanto sarà riempito del mosto di un’annata interessante ai fini dell’invecchiamento.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, fare vino, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

I produttori del Chianti Classico di Radda nel 1972

Galli, da apporre su bottiglie del formato di 0,720 lt. di Annata, Vecchio e Riserva, che variavano di sfondo di colore: rosso, argento e oro.
Etichette dei pochi produttori di Radda che vendevano vino in bottiglia nel lontano 1972, stando a un’opera d’arte, libro della memoria che è l’Atlante del Chianti Classico di Enrico Bosi, pubblicato da Sansoni.
Etichette che fanno tenerezza, con la loro semplicità, con il loro rappresentare una villa, una casa, uno scorcio dell’azienda.
Con quella miscela di uve bianche e rosse, con quelle gradazioni piacevoli, prive di quella intossicazione di scarpe a punta che dalla soglia degli anni ’90 ha un po’ vestito meglio le bottiglie, ma ha usurpato la vitalità dei luoghi, dei personaggi ci vivevano, ridefinendo il contesto sociale e lasciando fuori dai confini del Chianti Vero, un fresco scambio di vedute, un fresco passaggio di genti che hanno qualcosa da dire, un fresco scambio di pensieri fecondi e non di idromassaggi fra chiese e torri.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019 | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Decespugliata a Villa Chigi Saracini

Un agguerrito commando di Partigiani del Paesaggio, ha messo pacificamente in moto una batteria di decespugliatori, al fine di eliminare le notevoli erbacce cresciute nei giardini e nelle aiuole della Villa Chigi Saracini.
Consci che i destini del mondo non mutano stando appoggiati ai colonnini della chiesa, o presso le officine d’idee delle panchine in osservazione acuta di chi passa.

Dal lato del cancello della fontana di Tito Sarrocchi, come sul lato del laghetto romantico, dei giardini e del piano di breccino antistante la struttura, le erbe sono state abbattute.

Ne guadagna la vista di chiunque passa, gli atri e i ventricoli di tutti quei ragazzi cresciuti che qua dentro, si sono scambiati il primo bacio.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2019, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

La Pinacoteca della porchetta di Monte San Savino

Sospensione di’ ricreativo, principia a avviare i’ curturale! E difatti, in tempi in cui cuochi stellati affollano i media sciorinando filosofici rimedi fisiologici sullo stato dei tempi in corso, attraverso la cottura e condimento di un petto di nana con tre erbette, raccolte con una pinzetta in una notte di luna piena prima che giunga la guazza, il moto di risposta a tale imposizione, non può che essere un panino con la porchetta, elegantemente farcita con spicchi di aglione della Val di Chiana, degustato fuori della chiesa di Sant’Agostino, prima di assistere all’Assunzione di Giorgio Vasari, alla panoramica dalla torre del Palazzo Pretorio, dal ricordo che il paese fu fatto radere al suolo, dopo un assedio, dal vescovo di Arezzo, Guido Tarlati e da un bicchiere di sacrosanta spuma bionda gelida.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019 | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Compie gli anni la Teresa

teresa-vertine

Sono destinati a conoscersi tutti coloro che camminano su strade simili e quindi, per non essersi mai risparmiata nell’esserci e nel bene, come nel conforto di momenti meno pieni di sorrisi, la forza dello scoglio, la saggezza della quercia, la delizia dell’uva settembrina che è la Teresa di Vertine.

Pubblicato in Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento