La cornice del Castello di Albola

cornice castello di albola

“Nella splendida cornice”, come cominciano i comunicati stampa delle agenzie vispe con tanta fantasia  e immaginazione.
In tal caso, è un bel rettangolo metallico di grandi dimensioni, a cornice di un vigneto con le rose alla testata dei filari, oppure di una delle prime costruzioni di stile un po’ diverso alle precedenti, ma come si conviene, circondata carduccianamante da cipressi.

Pubblicato in Chianti Storico, Etruscany, Federica, Fotografie 2020, italians, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

I trucioli di bosco del torrente Malena

Nel fondovalle fra Pagliaia e Castell’in Villa, lungo il corso del torrente Malena, (emissario di sinistra dell’Arbia), le cui sorgenti si trovano a breve distanza, nei dintorni di San Vito.
La pulizia della vegetazione riparia, con il conseguente taglio delle piante più vigorose e grandi, che finiscono la loro lunga carriera in una veloce cippatura.
Operazioni finite spesso nel mirino di esperti, professori universitari, cittadini con un minimo di cognizione pratica.
Le piante più robuste, che fanno ombra, reggono il suolo, evitano il surriscaldamento dell’acqua e della vita al suo interno, finiscono in trucioli.
Frasche, piante traverse di piccolo calibro, arbusti, rimangono nell’alveo, oppure questo, viene totalmente denudato di vegetazione.
Anche i contadini dei secoli scorsi sapevano che così facendo, una pioggia più forte del solito, può creare una corrente che erode terra e distrugge.

Pubblicato in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2020, italians, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Ennio Morricone, in amore della musica

morricone-e-leone

Amici ci aspetta una barca e dondola
nella luce ove il cielo s’inarca
e tocca il mare, volano creature pazze ad amare
il viso d’Iddio caldo di speranza
in alto in basso cercando
affetto in ogni occulta distanza
e piangono: noi siamo in terra
ma ci potremo un giorno librare
esilmente piegare sul seno divino
come rose dai muri nelle strade odorose
sul bimbo che le chiede senza voce.

Mario Luzi

Pubblicato in Arte e curtura, persone, Senza categoria | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Romanticamente la via Lauretana

Se il Giro d’Italia, un domani dovesse passare di qui, il distacco fra il primo e gli altri si potrebbe misurare nell’arco di diversi giorni, perchè i primi, supportati da ansia di vittoria, non perderebbero tempo a guardarsi intorno, mentre gli altri, soavemente, metterebbero la bicicletta a bordo strada o in un fossetto e starebbero ore a contemplare ciò che il mare ha lasciato, l’uomo ha scolpito, il vento impollina, la rondine vola.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2020, romanticamente | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Fumatore ingegnoso della Berardenga

panchina, sigaretta, berardenga

Una cicca sospesa a mezz’aria, gustata nel fresco della sera, e non gettata per terra, come soventemente avviene, per la giocosa fantasia di chi l’ha fumata.
Nella panchina, avrebbero dovuto esserci due stecche di legno per meglio sedere, ma non essendoci, i fori delle viti di fermo, sono perfetti per farne un portacenere.

Pubblicato in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2020, italians, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Pievasciata, un video del suo degrado

chiesa-di-san-giovanni-battista-a-pievasciata-3.jpg

L’ex Arcivescovo di Siena Antonio Buoncristiani, (si legge nella sua biografia pubblicata sul sito della diocesi), ha presieduto per conto della Conferenza Episcopale Italiana il comitato betoniere e cemento che tradotto sta a dire il Comitato per l’Edilizia di Culto.
Culto forse del cemento, ma non del restauro per quanto riguarda lo stato della Pieve di San Giovanni Battista a Pievasciata, nel comune di Castelnuovo Berardenga.
Edificio millenario (i cui tetti sono in parte appoggiati nei pavimenti), è possibile entrarvi per devoti dell’arte, ma anche per malintenzionati, mentre edera e abbandono, hanno il sopravvento su tutto.

Nella speranza, che il nuovo Arcivescovo di Siena, Augusto Paolo Lojudice, accolga il grido di dolore dei travicelli e opere di questa Pieve, ricadente sotto la sua diocesi.

Fonti: Le nostre orme Castel BerardengoIl Gazzettino del Chianti

Pubblicato in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2020, italians, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Le ortensie di Vasco

Vasco, pochi anni indietro, ha ricevuto una piacevole e pesante eredità da preservare e da tramandare nel tempo: delle conche di terracotta, piene di ortensie che hanno un’età ampia e indefinita.
Piante che aveva una signora milanese piombata nel Chianti, o meglio, a Vertine, più di cinquanta anni indietro, con il marito, (Sandro) un Alfa senza coperchio d’estate e un bassotto di nome Vincenzo.
Cristina adorava il paesello la sua gente normale nel suo vivere quotidiano, essendo e non avando, queste ortensi che cura il Pipa, sono un suo pregiato ricordo, sono il culmine che mettono le persone di Vertine nel fare le cose che hanno un senso coniugato all’ essere.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

A piedi nudi nel tufo di Siena

Niente di tutto quello che è un rito cadenzato con la precisione di un orologio, avviene oggi, in una Piazza del Campo priva di impronte di cavalli lasciate sul tufo.
Saggia decisione quella di rimandare a tempi migliori lo svoglimento dei due Palii dell’annata in corso, in un contesto in cui la piazza, la gioia,  l’abbraccio, il contatto nella chiesa di Provenzano nel ringraziamento alla Vergine per la vittoria, sono parte essenziale di quanto sta avvenendo e delle emozioni del momento.
Come le soste improvvise (fortunatamente stavolta, non ci sono guerre in corso) potrebbe essere il momento di una riflessione serena sui tempi e sul modo di stare insieme.
Al netto della nostalgia da tufo che vola telefonicamente per la città, ma alle brutte, potrà esserci una giornata di mare a Follonica, senza che la stazione e la basilica dell’Osservanza, siano prese di mira dai bombardieri alleati.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2020, Palio | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Berardenga: la Seicento diventa Ufficio Turistico

Ha cambiato posizione, ora è fissa nella parte opposta di Piazza Marconi, ancora pochi metri e potrebbe centrare nettamente in pieno le strisce del parcheggio al posto di quelle del passaggio pedonale.
Ma di questa presenza confortevole e fissa non si riesce a farne a meno, tanto che, certi del suo essere murata perennemente lì, si sta pensando, per il periodo estivo, di utilizzare la Seicento rossa come Ufficio Turistico e punto informativo per i turisti che passeranno da Castelnuovo.
Dopo essere il punto di raccolta dei lucchetti dell’amore, centro di smistamento per le mascherine e diventata casina dell’acqua, il suo alto valore simbolico e sociale, aumenta a tutte le ore, con l’ armoniosa e lieta presenza al centro di una piazza, che diventa il punto di riferimento per un’intera comunità.

Pubblicato in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Fotografie 2020, italians, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Girasole Federica, grano e biancane di Leonina

Ci sono poche cose assordanti come il silenzio, arrabbiato come una fetta di libeccio e scuro come il grano maturo con le barbe nel grigio della terra di creta, rubata al mare, alle alghe, al navigare, resa feconda dalla presenza di pecore, ingentilita dalla striscia gialla di girasoli, sinonimo di occhiali di intensa bellezza.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2020, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento