Amolo: le susine ciliegie

Da considerarsi come pianta di varietà antica, i cui fiori sono ricercati e bottinati dalle api, ma un miele delle specie non sarà mai prodotto perchè la pianta è poco diffusa.

Si propaga direttamente dal seme, i noccioli, si piantano in autunno (meglio in vasetti) e germinano in primavera, oppure si propaga per talea.
La pianta si adatta a qualsiasi clima e terreno, i frutti verdi sembrano ciliegie, il loro colore iniziale è verde, che tende al rosa, che vira all’arancio e può diventare rosso.
Il sapore varia a seconda della colorazione, simil arancio è dolce con venature asprine, ci escono delle ottime marmellate o mangiato sotto la pianta.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

La potatura alla Winston Churchill dei pioppi della Berardenga

La presenza del pioppo, lungo rigagnoli o corsi d’acqua, serviva a fornire frasca e alimento per animali, e era pratica consueta non farlo innalzare troppo, per il semplice motivo che, le radici non troppo fonde, il peso sul palco aereo, facessero ribaltare le piante.

Tanti gli alberi divelti dal loro stesso peso, dal vento dalla neve, da quando più nessuno si occupa di loro e la loro frasca non viene più utilizzata.
Nel piazzale delle scuole di Castelnuovo Berardenga, ce n’erano vari esemplari, che con la decisione di posizionare lì dei moduli temporanei per fare le veci della scuola media a cui servono lavori di manutenzione, si è giustamente ritenuto che quei pioppi, con la loro altezza, fossero una minaccia per l’incolumità di insegnanti e studenti.
Solo che le motoseghe hanno ecceduto nel taglio, lasciando piantati in terra degli inutili monconi senza un ramo, senza una foglia, quando bastava semplicemente abbassare di una decina di metri gli alberi, per renderli sicuri e farli continuare a vivere.
Quegli arti amputati di pioppo, oltre ad essere un disgusto alla vista, hanno inaugurato una nuova tecnica di potatura: alla Winston Churchill, per via di quella grande V che si è formata sul terreno, dopo l’annientamento della chioma.

Pubblicato in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2019, italians, La Porta di..... | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Essere nata oggi Francesca Ciancio

francesca ciancio

Il volto bello del giornalismo, vesuviana, leonessa dedita ai grappoli fermentati, cronista di penna ed emozioni riportate su carta, sorretta da un calice di ottimi pensieri e dal sorriso lievemente accennato, come un velo di malinconia, una frasca di nebbia del risveglio che al primo sole accende il giorno.
Capo chino nello scrivere su un taccuino, sandali, ginz, maglietta dell’Istrice, un calice di vinsanto, una damigiana di pensieri da fermare prima che si dissolvano nel senso e nella forma provata.
Una commistione di antico e passato con il presente, o meglio, uno scatto che rimanda a un altro scatto, finito nella storia del giornalismo, fatto nel luglio del 1943, che ritrae un giovane Montanelli seduto su una pila di giornali, con in grembo una macchina da scrivere di rientro dal fronte finlandese, avvolto in un pastrano.
Senza niente togliere al vulcanico Indro, la Ciancio nata oggi è di un fascino elevato.

Pubblicato in Fotografie 2019, persone | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Anna Piperato, la spuma bionda di Siena

Una web – tv, che sforna servizi e interviste, dove si mescola cultura popolare e cultura alta, con interventi di illustri professori, che parlano della ricca storia di Siena.
Una redazione snella ed efficente, il cui volto e voce, ricade nella figura esile, colta e di spuma bionda, che risponde al nome di Anna Piperato.
Servizi rapidi, avvolgenti, di breve durata, che immessi in rete, hanno la possibilità di raggiungere ogni angolo del globo, grazie anche allo splendido accento britannico, che una volta tornato all’italiano, è di una gustosità e simpatia uniche.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019, Palio, persone | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Lorenzo Monciatti, il Duce della Contrada della Torre

La commozione si è impadronita del giovane Duce della Contrada della Torre, quando tutto il popolo cremisi si è stretto intorno a questa figura massiccia, con un’armatura che ricorda vagamente un novello Don Chisciotte.
La sbandierata che precede la partenza della Comparsa verso piazza del Duomo,  i genitori e la famiglia raccolta davanti la Società, le parole non dette con un signore massiccio dai capelli bianchi,  Duce di qualche Palio passato, che incoraggia e rincuora.
Lorenzo Monciatti, sicuramente uno dei più giovani ad aver ricoperto un ruolo di norma riservato a persone di età più matura. Per meriti affettivi.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019, Palio, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Palio 16 agosto 2019: Selva, butta via la tecnologia e goditelo

Dopo oltre quaranta minuti di mossa estenuante fra i canapi, con Contrade nemiche a darsi noia, come prassi vuole.

Le sorprese che sfociano da un lato in delusioni cocenti, dall’altro, in gioie infinite per chi vince per la caparbietà di un cavallo (Remorex) che mette il muso davanti alla contendente e porta il Palio di Milo Manara nella Selva.
Nel Duomo, per il ringraziamento e giubilo, telefoni a scattare e immortalare gli attimi, con una frase che rimarrà scolpita negli annali di questo Palio, pronunciata da un ragazzo più o meno adolescente che rivolgendosi alla genitrice afferma: “Gnamo mamma, butta via codesta tecnologia e goditelo”.
Nel Duomo gioia e lacrime manifestate in modi diversi, bambini dal pianto a dirotto, un pupo, di appena un anno che ride a tutti, una bambina, di origini lontane, che piange lacrime identiche, che solo i non contradaioli e gli adulti in genere, possono vederci una differenza di carnagione.
Il nuovo vescovo in Duomo guarda quanto succede,  non riuscendo ancora bene a capire in che buffa città, è andato a rifinire. Fonte: Il Cittadino

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019, Palio, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Felice Gimondi e L’Eroica

Una brutta notizia nella gioia del giorno del Palio di Siena: un volto educato del ciclismo, un vero campionissimo entrato nella storia per aver vinto un Tour de France, tre Giri d’Italia, il Campionato del Mondo del 1973, con la cui maglia originale, si presentò una mattina di ottobre fra i ciclisti in partenza per L’Eroica, manifestazione in cui spesso era presente. Un campione, una persona garbata.

Fonte: Il Gazzettino del ChiantiIl Cittadino.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Fotografie 2019, persone, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento