Infiorata di pittori ad acquarello

Accade nel momento in cui prendono consistenza le fioriture di oleandro, lavanda, rose, elicrisio, gerbere, giglio, capperi e more, che arrivano alcuni pittori tedeschi con le loro seggioline, ombrelli e colori ad acquarello, per ritrarre il profilo di Vertine, mentre la gente passa, si avvicina, guarda e giudica.
La candida innocenza di un bambino finisce per dir loro, che disegna parecchio meglio la sua mamma.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Palazzo Chigi Piccolomini alla Postierla

Acquistato dallo Stato nel 1959, il cinquecentesco palazzo progettato da Bartolomeo Neroni detto Il Riccio”, diviene sede della Soprintendenza per i beni storici e artistici delle provincie di Siena, Arezzo e Grosseto.
Due sono i piani nobili, ricchi di stucchi, affreschi e tele del pittore fiammingo Bernard van Rantwyck, diverse le opere donate dal professor Ranuccio Bianchi Bandinelli, raffiguranti membri illustri della sua famiglia, come Papa Alessandro III.
Da notare, guardando attentamente sul lato del palazzo che affaccia su Piazza Postierla, la finestra più piccola del mondo.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019 | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Galileo Galilei e Modanella di Rapolano Terme

Le tesi di Galielo Galilei, sconvolgevano l’andamento narcotizzante secolare che la chiesa cattolica romana imponeva nel mondo dell’epoca.
La tesi era che fosse il sole che girava intorno alla terra e non viceversa, mentre il celeste scenziato sosteneva il contrario e fior di vescovi argomentavano che non si era mai visto che una casa girasse intorno al suo riscaldamento.
Nel 1633, Galileo viene accusato di eresia e con l’abiura del luglio dello stesso anno, riesce a scongiurare il carcere, ma viene condannato al confino.
Ascanio Piccolomini, vescovo di Siena, ne ottiene la custodia e lo manda presso uno dei suoi possedimenti: il castello di Modanella, nei pressi di Rapolano Terme, dove nella pace e quiete della campagna toscana continua i suoi studi astronomici, completamente isolato nella torre che si trova sul lato nord del castello.
Ben 359 anni dopo, di fronte alla Pontificia Accademia della Scenze, Giovanni Paolo II, ammise che avevano preso in pieno una grossa cantonata.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019 | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Passato e presente del taglio del grano

“Si era di segatura” è la frase che colloca il ricordo di chi c’era in un ben definito spazio di tempo dell’estate, nel quale la gente di campagna si riversava nei campi di grano in un alto momento di aiuto fraterno, nel quale si ha la precisa cognizione del fatto che da soli non si è mai nessuno.
I vicini si aiutavano in un momento delicato, che non poteva essere rimandato, cercando di precedere le intemperie che abbassavano la testa al grano e ne rendevano più difficile il taglio e la formazione delle manne.
L’acqua fresca, la panzanella e la nana in umido,queste ultime avvolte in grandi fazzoletti, ne erano il compenso conviviale e oggi restano un felice e caro ricordo di chi c’era in quei momenti e ne condivide la sacralità del momento.

Due persone, allo stato attuale, fanno tutto: uno sulla mietitrice, uno sul trattore che porta via il grano dai campi: di notte, come di giorno, finchè non si è finito.
L’importanza dei prodotti derivano dal grano, però, rimane sempre la stessa.

Pubblicato in Berardenga, Federica, Fotografie 2019, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il cinema in fortezza al profumo di magnolia

cinema in fortezza siena

Il fascino del grande schermo, avendo come tetto un cielo di stelle e come sentore il lieve aroma delle magnolie in fiore che si trovano all’interno della fortezza medicea di Siena, arricchita quest’anno da un bar e da una pizzeria che offre anche veloci piatti sfiziosi, al fresco della sera, guardando i film usciti nelle sale, nell’inverno primavera.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

L’orrenda filiale della Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno

cassa di risparmio di lucca pisa livorno filiale di massa marittima

Massa Marittima ha nel Duomo un’opera d’arte assoluta, che già da solo vale una visita, ancor di più “l’albero della fecondità” o dei piselli, che oscura di importanza la nascita di un santo di nome Bernardino.
Nella commistione fra vecchio e nuovo, impossibile non notare una costruzione che risalta molto per la sua inappetibile bruttezza: la filiale della Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno, che stritola gli occhi a chi passa, nella sua linea cementizia, accanto una chiesa.

Pubblicato in Etruscany, Federica, Fotografie 2019, italians, La Porta di....., Porcate | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Elicrisio e lavanda

Fioriture di inizio estate che riempiono l’aria di fragranza e di farfalle e api, che si posano avide sulla lavanda e se ne ubriacano.
Essenze che rimangono tutto l’anno per la posa nei cassetti o in mazzi nelle case, nel caso dell’azzurro, base per prodotti cosmetici nel caso del giallo, che ha un lieve rimando alla liquirizia. Bello sederci accanto e sentirle scuotere dal vento.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento