Berardenga: la Soprintendenza tutela la Golf nera

E’ di fatto tra i manufatti di lamiera verniciata alla tedesca più riconoscibili e inerenti al centro storico della Berardenga, armonizzata al contesto civile e architettonico, di poco successiva alla forma urbanistica attuale, dopo lo smantellamento del Castello Vecchio da parte della famiglia Chigi per l’edificazione della famosa Villa Erbario omonima.
La Soprintendenza di Siena, dopo verifiche nel Catalogo Architettonico e sopralluoghi con rotella e strumenti topografici atti a verificare l’età di immatricolazione e studio del tipo di malte usate per la cementificazione delle ruote alle lastre, definisce che la Golf sia bene di natura storica e architettonica da tutelare per le generazioni future, affinchè non sia di dimenticanza il letargo dei tempi pubblici, con derivanti premi ai marrani.
Il dibattito ferve per creare all’interno dell’auto un’altra versione del Museo del Paesaggio.

Pubblicato in andrà tutto bene, Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Fotografie 2020, italians, La Porta di....., Porcate | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 5 commenti

Chianti in autunno

Un pungolo non deludere chi attende l’autunno per fasciarsi di comode coperte e pensieri di strane tisane a bollore, mentre il resto del mondo si rinvigorisce di bevande arancioni e di fegati da gran premio della montagna.
Se piove, si stritolano effervescenze e parole, con sole si alzano nebbie, il bosco si riempie di profumi, camminarci dona pace e benessere, in fondo qualche castagna, più avanti un po’ di funghi, nell’intimo le spine dei ricci che proteggono la rondine più bella.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il trattore di San Galgano

Davanti l’Abbazia accoglie quintali di visitatori scaraventati dai pulman, dietro il sodo ed esperto FIAT 120 C, si riposa, dopo una giornata di coltro pesante nel rivoltare la terra priva di sassi della piana intorno alla chiesa senza coperchio, per mettere in terra quel grano o quel pane di cui si è un po’ persa la fatica e la conoscenza.

Pubblicato in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2020 | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Autunno all’Orto Felice di San Felice

Il Vitarium si tinge di foglie rosse che lentamente dondolano sui tralci e si scrollano l’umidità della notte con le scintille del sole.

E’ la stagione più intensa che conduce al suadente profumo di elicrisio che avvolge il cancello d’ingresso dell’orto.
Pieno di cavolo nero, cavolfiore, insalata ricciolina, qualche tenace zucca che resiste,verze e finocchielle, qualche rosella che pende dalle tettoie di legno e la banda delle quattro galline anarchiche ovaiole che guardano le colleghe mentre raspano la terra sotto un olivo.

Gennaro, il ciuchino, che da par suo, accoglie ragliando, Sonia che prepara le cassette con la verdura di quest’oasi bella e di un progetto felice.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2020, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Un giro nei luoghi di Bernardo Bertolucci

Unico italiano ad aver ottenuto il premio Oscar per la regia, Bernardo Bertolucci ha legato il suo nome alla storia del cinema con la realizzazione di film indimenticabili e potenti.
“L’affresco macchiaiolo” di “Novecento”, musicato dall’altro grande Ennio Morricone, di imperitura memoria di un periodo delirante e tragico, dopo la passione travolgente di “Ultimo tango a Parigi” e prima degli orizzonti come “L’Ultimo imperatore”, “Il tè nel deserto”, “Piccolo Buddha”, la terra di Siena, con una ragazza che impara a essere donna, nel celebre “Io ballo da sola”.
Girato nel 1996, con la giovane Liv Tyler che arriva all’elegante stazione di Siena (prima che la struttura fosse aggredita e sovrastata da monumenti al cemento inutile) giunge nel casale di Podernovi, (presso il castello di Brolio) dove qui vive una comunità di spiriti irrequieti, fra le vigne e le statue di Matthew Spender, danza sotto il leccione poco distante, si tuffa in una piscina simil olimpionica, (che invece è il lavatoio del podere sapientemente ripreso e curato) vive la gioia di una festa nel giardino della splendida villa Bianchi – Bandinelli di Geggiano

Questi i luoghi raccolti nel bel libro di Paola Micheli “Ciak si gira in terra di Siena” edito da Betti, questi i luoghi in cui il Centro Guide Siena, ha organizzato una visita per i molti che a distanza di un quarto di secolo, si fanno incantare dalla pellicola e dall’ armonia del paesaggio chiantigiano e della Berardenga.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Chianti Storico, Cinema, Etruscany, Federica, Fotografie 2020, italians, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

Vendemmia di uva, fango e stufato alla sangiovannese

La pioggia che inzuppa la terra da vita al fango che cingoli e stivali che lo calpestano si sentono più a loro agio se lo chiamano mota, che si arpiona alla suola.
Annata con punte di narcisismo in chi solitamente parla di bottiglie stappate, mentre la vita reale, fatta di alti e bassi, punti di asperità e vinaccioli verdacchi, parla di annata nervosa che va saputa interpretare.

Poi, contano le forbici, le ciocche che finiscono nei panieri e poi nei carrelli che vanno nelle coclee e quindi nelle diraspatrici, dove il chicco si slega dal cordone ombelicale del raspo e si affacciano i primi guardoni con le scarpe a punta.

Giornate fraterne, avvolte di sole e fatica, tini ringhisoi a bollire, paste famose di Radda, trippe assortite e finale degno di Vivaldi, con lo stufato di San Giovanni, le sue spezie e il vino degli anni addietro di Vertine.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, fare vino, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine, persone | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Fosco Vivi, coltivatore diretto di futuri cittadini

fosco vivi badia a monastero

Fosco, (il cui onomastico cade il 2 giugno, compleanno della nostra magnifica Repubblica, “pagata con il sangue e la galera” come da parole del nostro compianto presidente Pertini e, data del “Castelnovino” degustazione dei vini del territorio della Berardenga, nella rara apertura al pubblico della Villa Chigi Saracini sovrastata dal fieno da tagliare,) coltiva non pochi interessi.
La cura della campagna, iniziative culturali e ricreative, come la ricerca storica di un ampio territorio che fisicamente è steso sulla carta geografica come una farfalla dalle ali spiegate, che ha prodotto la pubblicazione di un testo fondamentale per la conoscenza del borgo: “La Berardenga e il suo Castello Nuovo“, recentemente presentato al pubblico.
Coinvolto anche nel raccontare il paese e dintorni ai bambini all’interno di varie iniziative ludiche, con infarinatura storica e culturale in modo da gettare i primi semi della curiosità e dell’essere cittadini.

Ogni mattone messo su un altro che desti curiosità per la conoscenza e per la libertà di pensiero, rimane un edificio edificato ad arte.

Curatore del bollettino storico: “Le nostre orme – Castel Berardengo“.

I bambini, che porta in giro per l’arco spazio tempo della Berardenga saranno i cittadini di domani, (sicuramente migliori della gran parte degli attuali), parecchi dei quali, davanti al cancello sbarrato della villa Chigi Saracini, in un futuro prossimo, difficilmente potranno dimenticare le parole dette loro davanti a questa ottusità:” Quando sarete grandi, fate in modo di non chiedere permesso per poter entrare qua dentro”.

Pubblicato in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2020, persone | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Il restauro della Rana Beona di San Sano

Una lieta notizia che riguarda il piccolo borgo chiantigiano di San Sano, dove la mitica opera della “Rana Beona”, da un’idea di Ferdinando Anichini, messa in opera dallo scultore Plinio Tammaro, verrà ripulita da muffe e licheni nella base di travertino, le cannelle dell’acqua, saranno stasate dal calcare e la rana di bronzo rimessa a nuovo, da parte di una ditta specializzata di Greve in Val di Pesa.

La “granocchiona che beve dal fiasco” che ha dato il nome ad una prestigiosa rassegna d’arte per le vie del paese, portando tanti personaggi della cultura e dello spettacolo e a un gruppo teatrale che hanno datotanto  lustro e vivacità al paese. Fonte: La Nazione

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, persone | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Lucignolo della Berardenga

Nel paese delle meraviglie, non è raro imbattersi in automobili che svolgono il ruolo di fontana, di ufficio turistico, di nota di colore nella piazza principale desolatamente vuota.
Ma il pezzo più pregiato, segnalato fra l’incredulità, il sorriso e un pizzico di rassegnazione da quanti ancora conservano un barlume di speranza nel vedere un piccolo borgo migliore, è senza dubbio l’auto lasciata in sosta dalle prima ore della sera alla luce del sole nella ben centrale via Roma.

Centrale anche la macchina, avvitata in mezzo alla strada, come un’opera contemporanea.

Pubblicato in andrà tutto bene, Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2020 | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 2 commenti

Il cedro monumentale di Badia a Coltibuono

Sono 160 gli anni di vita di questo magnifico cedro del Libano, valutati quando, nel 1985, per una gravosa nevicata, alcuni grossi rami si spezzarono e vennero contati gli anelli.
Il più grande della provincia di Siena, sicuramente il più bello e maestoso della Toscana, posto nel comune di Gaiole in Chianti, presso l’antica Abbazia di Coltibuono, soppressa in epoca napoleonica e poi rilevata nel 1848 dal banchiere Michele Giuntini, antenato degli attuali proprietari.
Importante la visita, opportuno sotto di esso pensare che, sotto quei palchi di rami, le vite umane e terrene, si manifestano in esso, nella composizione di pochi anelli che sono di fatto la nostra vite, mentre il cedro si innalza in altezza e larghezza.

Pubblicato in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020 | Contrassegnato , , , , , , , , | 1 commento