L’uva rinsecchita della vendemmia 2017

Le immagini parlano chiaro: non ci sarà da aspettarsi, con la vendemmia 2017, dei vini complessi pieni di freschezza e di grandi profumi, con un’acidità che non c’è e un alcol che si annuncia prepotente.
Il calore ha sterilizzato i profumi, mentre le vigne poste nei luoghi più bassi e freschi, che in teoria potrebbero aver sofferto meno la siccità e avuto più sbalzi termici fra notte e giorni, (salvaguardando così la parte aromatica), hanno subito una gelata primaverile che ne ha ridotto drasticamente il potenziale produttivo.
Il sangiovese aspetta, (che così è deleterio portarlo in cantina) aspetta appeso sulle piante le prime pioggie che rimetteranno in moto le viti, per cercare di ricreare un po’ di armonia nei grappoli, per un’annata vinicola comunque difficile, nonostante il tanto mosto (che non c’è) sparso con tante dichiarazioni sulla stampa.

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, fare vino, Federica, Fotografie 2017 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...