Poggio Tondo, insediamento etrusco nella Berardenga

poggio tondo castelnuovo berardenga novembre 2021

A partire dal VIII secolo A.C. si creano siti orientalizzanti etruschi: Chiusi e Volterra che diventano i centri etruschi più importanti della Toscana Centrale (Chiusi fa parte della lega delle 12 città etrusche) inviano le famiglie aristocratiche a ripopolare le campagne e i territorio sempre più ad ampio raggio.
Si giunge così alla costituzione di vari nuovi insediamenti che non distruggono ciò che hanno trovato, ma lo valorizzano e non recidono il cordone ombelicale che li lega alla città madre.
Diventa questo un fenomeno dirompente: le aristocrazie etrusche diventano visibili e si ha un grande commercio dei simboli della ricchezza che sono vasi, carri, gioielli.
Da assenza totale di popolazione, queste nuove famiglie aristocratiche ripopolano i luoghi e il funerale diventa un momento importante di gare sportive ed esibizioni artistiche e musicali.

In questo contesto il Poggio Tondo, (poco sopra San Gusmè) diventa il terzo centro più importante dopo Chiusi e Volterra.
Qui è stato rinvenuto un tempio, un palazzo aristocratico con analogie molto simili al palazzo di Poggio Civitate a Murlo.
Per fare un esempio mentre era Poggio Tondo, cresceva e si sviluppava, Siena in quel momento aveva l’importanza di Arbia o Pievescola.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2021, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Poggio Tondo, insediamento etrusco nella Berardenga

  1. Lallo ha detto:

    Ci sono passato ieri e a me mi sembra che in questo importante sito etrusco ci stiano facendo lo scasso per una vigna!!!!

    "Mi piace"

  2. ken loach ha detto:

    Sarà, ma anche a me mi sa che ci stanno tirando fuori una vigna, non so se sia normale, ma forse qui a Castelnuovo tutto è possibbbile.

    "Mi piace"

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    Con occhio agricolo direi che nell’area c’è stato un passaggio di ruspa con ripper trainato che scardina il suolo per oltre un metro e scavatore che ha realizzato una fossetta sul bordo strada, per l’intento di scasso per realizzare un vigneto. Vista l’importanza storica dell’area e vista l’estenzione del picchettamento, si potrebbe fare tranquillamente a meno dei due carrelli d’uva che al massimo potrebbero uscire da questo nuovo insediamento di sangiovese Porsenna.

    "Mi piace"

  4. elle ha detto:

    Vedrete che saranno capaci di far marcire anche questa meraviglia!!!!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...