Rosato da salasso e bistecca

Sangiovese, canaiolo e un accenno di malvasia, fermentano nel tino, mentre una piccola parte, estorta al tino per salasso, fermenta da sola senza bucce, per le cene in piazza le sere d’estate, qualcosa da mettere in frigo c’è.

Un colorino pallido ma con la giusta acidità che permette di utilizzare questo rosellino per ogni evenienza, intanto, mentre il salasso dal tino, è stato fatto,meglio mettere in moto la bistecchiera, prima che se ne abbia a male.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, fare vino, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...