Camminare in spirito con Mario Rigoni Stern nella Berardenga

“Basterebbe una passeggiata in mezzo alla natura, fermarsi un momento ad ascoltare, spogliarsi del superfluo e comprendere che non occorre poi molto per vivere bene”.
Parole di Mario Rigoni Stern, il “Sergente nella neve” che deve la propria vita ai suoi piedi, che lo riportarono a casa dalla follia della guerra.

Nel mentre si leva da dietro le boscose colline, i raggi filtrano sulle vigne, la magica torre di Badia Berardenga, si illumina, rievocando la Fondazione che Wuinigi, da Campi dispose nell’867.

Il gruppo dei camminatori, arriva numeroso e visita la fattoria dove si trova il Gallo di Renato Ferretti, realizzato con cerchi di botte, mirabile diversificazione a quella del Fabbro – Artista Fabio Zacchei, che ha forgiato ad arte ogni nuova piuma (del Gallo si trova a Gaiole) e poi partenza per Castel Monastero.

Di nuovo partenza per il Castello di Montalto attraverso due vecchi poderi dove viene fatta conoscenza del Pero Picciolo.

Si attraversa velocemente il Castello di Montalto, dove a partire dall’anno 1000 ebbe origine la famiglia dei Berardenga, stipite, donde ebbe nome la Contea Berardenga, che parte da quel conte Wuinigi di Lo Ranieri, di nazione francese, sceso in Italia, prima in qualità di Legato dell’imperatore Lodovico (anno 865), poscia di Governatore politico di Siena (anni 867-881) e di Roselle (868).

Il nome di uno dei di lui figli, Berardo, ripetuto costantemente nei nepoti e discendenti, diede titolo ai posteri di appellare Berardenga quella parte della provincia senese, in cui la discendenza del primo conte di Siena, ebbe estesissime tenute e castelli con giurisdizione baronale; oltre quei molti che acquistarono per via di compre o per altri mezzi i suoi discendenti nei contadi di Siena, di Arezzo, di Chiusi, di Sovana e di Roselle.

Poi via verso Casalbosco, dove si incrocia l’antica strada Siena Arezzo: qui il gruppo che aveva respirato la storia ora respira la natura. Ed infine al capanno dei cacciatori per la “Colazione Contadina”.
Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Federica, Fotografie 2019, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...