Il cassonetto bruciato di Porta Pispini

Lo sguardo rassegnato e sgomento del tecnico della SEI, incaricato di rimuovere la carcassa di cassonetto della carta fuso poco fuori porta Pispini, è eloquente più di ogni possibile parola.
Durante la notte, i “Soliti ignoti” per puro divertimento o per mente ottenebrata da qualche miasmo di noia, hanno acceso un cassonetto della carta di cui è rimasto ben poco, con plastica fusa e bruciata, odore acre a distanza di ore, rischio di far prendere fuoco alle macchine parcheggiate poco oltre due metri di scarpata: ” E non è la prima, e non sarà l’ultima volta che la  mattina mi mandano a raccogliere le spoglie dell’inciviltà di quanti non comprendono che tutto questo è pubblico e ci appartiene”, dice il dipendente della SEI, con un pizzico di comprensibile rabbia. Fonte: Il Cittadino

Questa voce è stata pubblicata in Etruscany, Federica, Fotografie 2019, italians, Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...