I cinghiali bevono duemila bottiglie di vino

Tanto per cambiare, si arriva alla vendemmia dopo un anno tribolato di gelate primaverili e di siccità e quando si contano i giorni per raccogliere, una notte di bagordi cinghialeschi annienta il lavoro di un anno lasciando dietro di se solo raspi vuoti.
Una spettacolare vigna da cui nasce un vino prestigioso è stata resa sterile dalla voracità dei cinghiali allevati a pane e granturco tutto l’anno e poi rifiniti a uva prima dell’apertura della Caccia al Cinghiale S.P.A.

Tutto questo nell’ignobile scarsità di udito che hanno le autorità prima provinciali e ora regionali nell’ambito di tutela e controllo del territorio, con un’agricoltura sempre più in ginocchio per la bilancia che pende sugli interessi delle doppiette e mai in equilibrio per il normale convivere fra varie realtà.

Fonte: Il Cittadino

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Etruscany, fare vino, Fotografie 2017, italians, La Porta di....., svinato e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a I cinghiali bevono duemila bottiglie di vino

  1. Mario ha detto:

    Non fa notizia, l’agricoltura avrà una fine neanche tanto lenta….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...