Cavolfiore sott’olio della Teresa e prosciutto della macelleria Pini

Per un rinforzino rapido ma sfizioso basta poco, ovvero far cuocere il cavolfiore dopo averlo smontato in una soluzione a metà  di aceto e vino bianco, scolato, asciugato in un panno e fatto freddare, pezzettini di aglio, pepe in grani, vasetto poi riempito da olio di girasole.

Buono da subito, il giorno dopo è meglio, se poi accanto finisce un uovo sodo, qualche fetta di prosciutto della Macelleria Pini di Castelnuovo Berardenga e un bicchiere di vino come si deve, il rinforzino veloce diventa un piacere regale.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Chianti Storico, cose buone dal mondo, Cucina agricola, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...