La vendemmia del 2021

Tutti a pensare a chi non c’era dalla vendemmia precedente, non perchè attratti dal letto, in balìa di una sveglia che non suona, ma per due aspetti legati a una sveglia che è suonata troppo presto e ci ha lasciati troppo presto, orfani di loro.
E’ nel momento di massima gioia della campagna che fra lo scherzo e la battuta si alza sempre un filo di vento carico di malinconia fatta di ricordi, volti, amore e rondine bella.
Si condisce il tutto con una stagione sguaiata dal punto di vista agricolo che prima ha gelato e affogato, poi si nuovo gelato, successivamente arso le radici e l’uva che ora fermenta nei tini e sarà l’impronta un po’ nervosa, un po’ a fusa di gatto dell’annata ’21.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2021, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...