Fragranza di nebbia, caprifoglio e ginestre

Quando il sole smette di dormire e si ha voglia di sentire olfattivamente il tremito floreale di giugno, basta mettere in moto i piedi e partire.
Tenue sentore di caprifoglio misto ginestre, lo scricchiolare di passi, acciaccamento di erbe aereosol di sentori, grido di rondini, decespugliatore acceso con le mille imprecazioni del Pipa, quando, spesso, non gli funziona.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...