Asciano: rievocazione della battitura del grano

Un drappo rosso legato sul palo centrale di un pagliaio, all’epoca era veicolo immediato di intervento del reparto celere per rimuoverlo. C’è chi si ricorda di un maresciallo dell’Arma che prese a schiaffi un bambino di sei anni che assisteva alla battitura del grano perchè non c’era nessuno che voleva togliere la stoffa rossa dal pagliaio.
Eppure era un simbolo della libertà appena riconquistata e del sudore del lavoro, in una Repubblica pagata con il sangue e con la galera e non certo con il bigottismo delle mani affogate nell’oscurantismo dell’acquasantiera.
Bambini di ieri, signori di oggi, ex presidi di scuola media e poi superiore a mietere il grano, fare le manne, aspettare la paglia che casca per poi dare forma al pagliaio.
Una rievocazione in un paese, Asciano, veramente circondato dal grano e mutato molto nell’aspetto con le ruspe per spianare e rendere più facile la coltivazione, mutando un paesaggio incredibile. Averlo saputo che adesso il valore del grano non arriva neanche a venti euro, il prezzo di pochi chili di pane.
Fatica, nel taglio, nel fare le manne, nel fare il monte, nella trebbiatura che non si può capire, fino all’arte del forno e del pane.
Eppure tutto questo è una rievocazione e una festa, del sudore, ma anche dello spirito delle persone che erano una famiglia, che si aiutavano nel lavoro, nel rispetto e nella concordia.
La fine è un pranzo di maccheroni al sugo di nana, qualche crostino, vino, ma soprattutto la gioia di un bicchiere di acqua fresca, allora come ora.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2018, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...