Pienza, Val d’Orcia: la monumentale Quercia delle Checche perde un altro ramo

“Il quercione”: è così che i locali chiamano affettuosamente il grande gigante buono della Val d’Orcia, una pianta monumentale abituata al frusciare del vento nelle foglie e ad essere troppo spesso al centro della smania di protagonismo delle persone.
Nella notte fra il primo e il due agosto, si è staccata la lunghissima branca che guarda verso Bagno Vignoni, producendo una grande ferita nella pianta e nelle persone, oltre ad impedire il normale traffico sulla provinciale 53, dove il quercione si trova a poca distanza.

La Quercia delle Checche viene dichiarata, nel maggio di quest’anno, bene monumentale  dal Ministero dei Beni Culturali.
Vari sono gli interventi da registrare sulla Quercia negli ultimi tempi: si inizia il primo di luglio con lo spargimento sul terreno di legno cippato per realizzare una pacciamatura che nelle intenzioni serve a mantenere più al fresco alle radici.
Il 18 luglio vengono realizzate (a mano) 110 buche, sul terreno su cui ricade l’ombra della chioma della pianta.

Il 19 luglio viene fatto il primo innaffiamento: un camion con cisterna trasporta i 130 quintali di acqua che vengono dispersi al suolo.

Il 22 luglio viene svolto un nuovo innaffiamento,con una quantità di acqua non definita ma che non si dovrebbe discostare di molto dalla precedente abbeverata.

Il 25 luglio, nella prima mattina, un temporale sferza la Val d’Orcia e un fulmine cade sulla Quercia provocando una profonda cicatrice sul tronco dal lato che guarda il campo aperto e provocando sicuramente pericolose oscillazioni per i rami più lunghi e delicati.
La notte fra il primo e due agosto, è cosa nota, si stacca il grandissimo ramo inferiore nel dolore generale di quanti amano questa nobile pianta di 370 anni.

Da registrare una continua tensione fra il comitato “S.O.S Quercia delle Checche” con il comune di Pienza, tensione che si riassume in breve con un certo immobilismo che viene imputato all’Amministrazione, la quale a sua volta imputa al comitato un eccesso di interventismo di privati su un bene comune.

Il sindaco Fabrizio Fè dichiara che l’Amministrazione presenterà un esposto – denuncia per verificare se vi siano nessi di casualità fra gli ultimi interventi realizzati, con il fulmine che ha colpito la pianta.

Fonte: Il Cittadino

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Etruscany, Fotografie 2017, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Pienza, Val d’Orcia: la monumentale Quercia delle Checche perde un altro ramo

  1. Pingback: Pienza: la Quercia delle Checche e l’eccesso di protagonismo | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...