La Certosa di Pontignano e il chiostro della rondine

La Certosa, situata a pochi chilometri da Siena, nel comune di Castelnuovo Berardenga, sorge su un colle che guarda da lontano l’antica città  medievale.

Venne fondata nel 1353 dai padri certosini e ampiamente ricostruita nella seconda metà del ‘500 a seguito delle distruzioni delle truppe imperiali filo papali nel corso della guerra di Siena.

Il complesso architettonico è diviso in tre parti. Intorno al chiostro grande le celle dei padri certosini, poi la parte dedicata ai conversi e infine intorno al chiostro piccolo, la chiesa, il capitolo, il refettorio: vera e propria anima del corpo architettonico.
Attraversando il chiostro piccolo, si accede al chiostro grande e qui giunge un senso di pace, un richiamo al silenzio, rotto dagli unici suoni che sono le voci delle rondini.
Le rose con il loro profumo abbelliscono maggiormente il chiostro.
La chiesa conserva pochi elementi Trecenteschi, rimaneggiata nel Rinascimento mostra una navata unica con tre ampie volte a vela e Interamente affrescata in ogni suo lembo con storie dedicate a S. Pietro e Brunone di Berardino Poccetti, fiorentino, Francesco Vanni, senese e con storie del Cristo realizzate da artisti minori del XVI secolo. L’elegante coro ligneo di Domenico Atticciati, abbraccia la chiesa come un’iconostasi.
I Certosini lasciarono Pontignano alla fine del Settecento, i Camaldolesi la abbandonarono a seguito delle soppressioni napoleoniche. Già di proprietà dell’università di Siena, oggi è residenza d’epoca.
Infine, uno sguardo al piccolo ma pregevole giardino all’italiana, in cui la perfetta simmetria delle linee definisce lo spazio fatto di siepi, fiori, mille varietà di rose, limoni e un viale prospettico in cui le viti disegnano con maestria, l’ultima romantica linea geometrica.

Ilaria Sciascia

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2015, luoghi e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a La Certosa di Pontignano e il chiostro della rondine

  1. an ha detto:

    In ogni posto che vai, una rondine ti segue…. non credo sia un caso…

    Mi piace

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    No, non credo che la presenza della rondine in ogni luogo possa essere un caso..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...