I fori, i cavi: le moderne brutture dentro il castello di Brolio

Castello le cui parti più antiche risalgono al 1100 e le più nuove all’ottocento per volere del barone Bettino. Più volte distrutto e ricostruito, conserva ancora gli sfregi di proiettili sulla facciata per bombardamenti alleati della seconda guerra mondiale per snidare mitraglieri tedeschi.

Dimora storica, simbolo per eccellenza del Chianti, ma con cordoli di mura forati per far passare cavi a vista, forassiti, tubi di plastica dietro ai merli e sopra l’arco della parte non visitabile del castello, ma ben visibile dal camminamento sulle mura.
Non mancano cavi ciondolanti del telefono, estintori, cassetta bianca di metallo, tubazioni per bagnare, che fanno da guarnizione in un maniero fuori dal quale i cinghiali coltrano le aiole fuori le mura dandosi dannatamente da fare.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Etruscany, Fotografie 2015 e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a I fori, i cavi: le moderne brutture dentro il castello di Brolio

  1. carlo ha detto:

    Complimenti per la bellezza delle rifiniture 🙂

    Mi piace

  2. Pingback: Il settimanale “In Chiantisette” ricalca la foto dei tubi di plastica all’interno del castello di Brolio | Andrea Pagliantini

  3. Pingback: Il Castello di Brolio e Vittorio Emanuele II di Savoia | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...