Il palio delle salsicce

Una giostra di brace di talli d’ulivo, pezzi di leccio e macchie gazzine in cui non si vince niente e non ci sono nè vincitori nè vinti ma in cui, chi viene, porta se stesso e la sua voglia di dire, capire, amare, produrre cose semplici ma buone della terra, metterle a disposizione e condividere quello che c’è chiacchierando senza fare radiografie e rispettando il tempo secolare dei sassi ci ospitano.
Si finisce per creare una normale giornata serena su ci svolazza una rondine metereologa che assicura che le nuvole non annacquino il vino nei calici.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, campino e olio, Federica, Fotografie 2013, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Il palio delle salsicce

  1. anna maria ha detto:

    ancora una volta grazie per aver organizzato una super giornata all’aria aperta con persone simpaticissime nonchè ottimo menu. Ed il tempo ti ha dato ragione…
    Sei sempre grande
    Anna Maria e Riccardo

    "Mi piace"

  2. Daniela ha detto:

    La prossima volta mi farebbe piacere partecipare a questo club esclusivo….

    "Mi piace"

  3. Roberto/Trescogli ha detto:

    Un c’azzecco mai…

    "Mi piace"

  4. vita ha detto:

    siamo stati troppo bene….come al solito!!! e il tempo e stato clemente.

    "Mi piace"

  5. ambra ha detto:

    Per il prossimo Palio “esigo” un invito …..:-)

    "Mi piace"

  6. Ric ha detto:

    Mi raccomando, non dire niente quando cuoci le salsicce fra gli ulivi….. sgrunt!!!!

    "Mi piace"

  7. Andrea Pagliantini ha detto:

    Neanche si trattasse di un pranzo di gala al Quirinale!!!!
    Invece è un campo di ulivi coperto di brace e salsicce…….
    Il prossimo anno cercherò di essere molto più puntuale con gli inviti che gestisco tutto per via mail……. dal punto di vista salsicce quest’annata tribolata è andata, ora ci sono le vendemmie, le ulive, le grigie mattine d’inverno che già solo a pensarci piglia voglia di emigrare.
    Domani metterò quanto è stato raccolto con i calici per Federica e ci saranno tanti e tanti ringraziamenti da fare.

    "Mi piace"

  8. Dario ha detto:

    C’è grigio e grigio nei mattini.
    E t’assicuro che il tuo grigio è millecolori rispetto a quello di quassù.

    "Mi piace"

  9. Andrea Pagliantini ha detto:

    Il grigio spesso della padania in questo primo approccio di settembre è oro rispetto al cupo mattutino di queste prime guazze che poi il sole si porta via.
    Qui manca qualcosa di importante anche se poi rivedere la bellezza di uva, fiori, ulive, fichi maturi, chiacchiere sparse e tramonti color vinsanto sfumato ogni sera, rimanda al gioviale battito d’ali di un’uccellina che starà sempre per quassù.

    "Mi piace"

  10. silvana ha detto:

    sapevo quel che mi sarei persa, ma non potevo…
    però se c’è da raccogliere per una cosa buona, vengo ogni tanto a Siena. Fallo sapere a Alessandra che mi unisco. Il mondo è troppo pieno di cattiveria, per lasciar perdere un’occasione di tenerezza.

    "Mi piace"

  11. Andrea Pagliantini ha detto:

    Quando passerò da Siena, ti lascio un calice da Alessandra…. grazie Silvana.

    "Mi piace"

  12. silvana ha detto:

    Grazie a te, Pagliant!!! E albe e tramonti e notti stellate.

    "Mi piace"

  13. Andrea Pagliantini ha detto:

    Speriamo Silvana, in questo momento mi pare sia tutta nebbia padana……

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...