Il Principe del Castello Nuovo della Berardenga

golf principe del castello della berardenga

Nel Principato del Castello Nuovo della Berardenga, regna sovrano un Principe di elevata stirpe moderna, nella cui araldica si nota una Golf nera su sfondo pavido, circondato da mattoni rossi e persiane verdi, con tendine all’uncinetto e mazzi di lavanda.
Un Principe, la cui carrozza ha pelle di cammello e maniglie di ebano e d’avorio, che ha usucapito da anni uno spazio sotto turrito che era della Repubblica, e determina, legifera e argomenta come un noto marchese romano della nobiltà papalina: “Io so’ io e voi nun siete un cazzo”.

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, Cartoline dalla Berardenga, Etruscany, Fotografie 2021, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Il Principe del Castello Nuovo della Berardenga

  1. ledo ha detto:

    Come quando dalla Pubblica deve uscire un ambulanza e davanti alle vecchie scuole ci sono sempre le macchine ferme a ostruire il passaggio!!!!!

    "Mi piace"

  2. francesca ha detto:

    Magnifico!!!! E’ diventata una saga più avvincente di Guerre Stellari 🙂

    "Mi piace"

  3. aceto ha detto:

    Che bello, per quelli che dicono che a Castelnuovo non c’è mai niente!!!

    "Mi piace"

  4. Andrea Pagliantini ha detto:

    Nello splendido libro dello scrittore castelnovino Gianni Resti dal titolo “CI HANNO PRESO IN GIRO” la sua entrata e uscita politica, in due periodi storici completamente diversi (con grandi motivazioni prima e forti disillusioni successive) viene ben descritta in questo passo: ” Scesi le scale della sezione che anni prima avevo salito, carico di aspettative e mi precipitai fuori a respirare aria pura. Le automobili, posteggiate come sempre in maniera disordinata davanti alla sede del partito, mi fecero tornare indietro di tanti anni”.
    Quando entrò nel partito, anni prima, le stesse macchine parcheggiate disordinatamente davanti al comune e alla sezione poco distante, nascondevano alla vista, la sua salita delle scale e l’inizio di un suo percorso politico. Qui si denonta che la “parcheggite” è un’acutezza che viene da lontano e ha radici antiche nella politica locale.

    "Mi piace"

  5. castellano ha detto:

    Ma perchè non gli fanno mettere un gazzebino fissato alla torre per tenerci meglio la golf? A questo punto se lamerita per davvero la comodità della tettoia sotto le case, tanto non contano nemmeno le ambulanze e in più si fa schiantà dal ridere tutta la Toscana.

    "Mi piace"

  6. ledo ha detto:

    “il problema delle macchine non esiste, sono quelli di fuori che parlano male del posto”… 🙂

    "Mi piace"

  7. Pingback: La Berardenga in ostaggio di quattro selvaggi | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...