Dare il ramato

Nelle poche viti, come nell’orto, il bello non è nebulizzare quel pochino di acqua ramata quel tanto che basta a coprire in ogni spazio ogni spigolo di superficie, ma lasciare una striscia di gocciolata celeste – da guarnizioni lente – per la strada, nell’uscio, nel prezzemolo, nel muro e possibilmente sulle scarpe di tela, mettendo una mascherina aderente per la paura di sentire l’odore del rame.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2021, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...