Il balcone di Francesca ad Acquasparta

Uno dei “Borghi più belli d’Italia” dal punto di vista pesaggistico e architettonico, ma anche per la presenza di piccole gioie quotidiane che hanno rapito decine di australiani che si sono presi casa all’interno del borgo vecchio.
L’Antica Macelleria Taddei, dal 1900, ricca di insaccati e di un salamino (da regalare alle comunioni e ai matrimoni al posto dei confetti) più il forno Cricco (attivo dal 1760) che delizia con ciambelline al formaggio e agli spinaci e salsiccia, chiunque arrivi nel centro storico felicemente a piedi.

E non basta, perchè amore e cura dei particolari, fanno si che dietro il forno, brilli la cura di un balcone, con piante ornamentali, parigini e un tavolo apparecchiato con una bella tovaglia a quadri, nel modo di essere di Francesca.
Non è un caso che Acquasparta, avendo ottenuto una specie di libera circolazione delle idee da parte dell’acquitrinoso Stato Pontificio, fosse luogo di idee e di scienza, grazie a Federico Cesi, che qui eresse un palazzo e ne aprì le porte alla conoscenza: prima pietra della futura Accademia dei Lincei, sulla Lungara a Roma, accanto al carcere di Regina Coeli, ma soprattutto, accanto a dove era nato Claudio Villa.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2020 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...