Macedonia di settembre

I fichi sul graticcio, stesi ad asciugare per poi essere conditi con pezzettini di noce e anice, i pomodori dell’orto stesi nelle cassette all’ombra per meglio maturare e iniziare il corso di pomarola per l’inverno, il sangiovese di una vite malata di esca che stenta e non  riesce a pigliare colore, tanto da non poter esser raccolto neanche fra tre vendemmie, il ciliegiolo, con i suoi grappoli tozzi e chicchi rotondi, buono a uva, vinificato a rosato o messo insieme a macerazione, nel sangiovese. Una foglia di canaiolo che vira verso il porpora.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2019, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...