Il cantiere delle foglie più amate

S’infittisce la trama oscura delle tenebre e la mattina è di rituale sbadiglio prima che la luce prenda il sopravvento.
Questo aumento di oscurità dice alle viti che è l’ora di lasciar perdere le chiome e di prepararsi al grande sonno, (il letargo invernale), e prima che le foglie si stacchino dal tralcio, vogliono donarsi fiere del compimento massimo della loro bellezza, donando ai sentimenti più esposti, l’ultimo acuto.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2018, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...