Siena dalla Torre del Mangia guardando le rondini negli occhi

Sono ottantotto metri da terra e poco oltre quattrocento scalini per arrivare sulla vetta che domina i tetti di Siena e apre lo sguardo verso le meraviglie della sua campagna, fin verso la gioia dell’Amiata a sud, fin verso la basilica dell’Osservanza, la Certosa di Pontignano,nella direzione opposta.

Solo dieci anni per costruire questa meraviglia che sfida il tempo dal 1300, mentre i lavori sulla Salerno -Reggio Calabria vanno avanti all’infinito da quasi sessanta.
C’è tanta bellezza su cui riflettere e cose da ammirare, i campanili, gli edifici nobili, le vie, quegli sberleffi di palazzi della Camera di Commercio o della vecchia Mutua.
Da qui si raggiunge anche la vetta emozionale di guardare le rondini negli occhi, mentre giocano e garriscono libere e liete di fare da sfondo a una storia grande come un amore cantato dai Negramaro.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2018, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Siena dalla Torre del Mangia guardando le rondini negli occhi

  1. cinzia ha detto:

    Quantoamore si coglie in queste immagini e in queste parole…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...