Matteo Renzi e il rosatellum 2017

matteo renzi panino lampredotto foto da gastrolabio

Finalmente ci s’è fatta a farlo finire di bollire. Verso la metà di settembre con la mi’ socera sè colto l’uva della su’ pergolato davanti casa dove si fa colazione e la sera spesso ci si cena quando non sono a giro.
C’ha una vite d’albana, una di trebbiano e il rimanente dovrebbe essere sangiovese: s’è messa coi raspi senza schiccolalla direttamente nel vecchio tino di vetro resina, la mi socera l’ha pestata come una volta coi piedi gnudi e s’è aspettato qualche ora.

Quando il colore ci garbava s’è preso il colino da brodo del lesso (per non farci andare bucce e fiocini) e s’è fatto uscire il mosto che s’è messo in una bigoncia che gli ha prestato il postino.
Un colorino vispo rosso corallo che subito dopo poco ha principiato a fermentare, poi d’improvviso, dopo un paio di giorni, con il babo la mi socera s’è accorta che la bollitura s’era fermata e non si capiva bene che fare, un c’andava certo di buttar via tutto.
Telefono a Cotarella per sapere che si doveva fare e ci dice che l’uva di quest’anno è parecchio carica di zucchero e le fermentazioni procedono a rilento o si fermano come è capitato a noi.

Ci dice di metterci un certo tipo di lievito, non da pane o la presa dei dolci della Bertolini come credevo io, per far ripartire il  mosto a bollire.
La mi’ socera mette i lieviti nell’acqua tiepida, li fa infervorare e poi li versa nella bigoncia.
Riparte la fermentazione lenta, lenta, perchè s’è messo il fusto in fondo al garage dove c’è freschino sempre, e lentamente qualche stillina di carbonica dietro l’altra, siamo arrivati a ier sera che s’è sentito il mosto seccato.

S’è travasato e messo a pulito, poi d’inverno c’ha detto Cotarella di tenello fuori quando fa freddo per farlo spogliare, un so’ che vol dire, ma si farà.
Ne scapperà qualche trecentina di bottiglie, si farà un’etichettina col nome Rosatellum da bere con gli amici insieme al lampredotto, di certo, come con il Rosatello Ruffino, bevuto freddo, non sarà malvagio.

Questa voce è stata pubblicata in Etruscany, italians, La Porta di....., matteo renzi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...