Il vinsanto dell’annata 2016

L’uva, (a metà sangiovese e malvasia) è stata raccolta alla fine di settembre in piccole cassette da tre chili e disposta in un sano ambiente areato.

Un lento appassimento che ha portato l’uva ad un grado babo di 26 per un valore alcolico di oltre 17 gradi, ottimo per un futuro vinsanto.
L’uva pressata sagacemente, ha reso un mosto denso nella misura che serve per riempire due caratelli, che da ora fermentano, si fermano, si riposano, ripartono, per qualche anno, prima di essere aperti e degustare un pregiato vinsanto.
Da sopra la cantina, durante le fasi di pigiatura si infiltrava un invitante e ringhioso aroma di cottura di trippa.

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, fare vino, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...