Truccata gara di rifiuti da 3,5 miliardi, arrestato il direttore di ATO Toscana Sud:compagni dai campi e dalle officine

L’importo della gara di appalto per la gestione ventennale dei rifiuti del sud della Toscana era da capogiro: 3,5 miliardi di euro e truccarla avrebbe garantito super tangenti. Così, secondo la procura di Firenze, il direttore dell’Ato Toscana (l’autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti per i Comuni delle province di Arezzo, Siena e Grosseto) e altri professionisti si sarebbero ingegnati per cercare di riceverne il massimo profitto personale. Agli arresti domiciliari è finito Andrea Corti, 50 anni, direttore dell’Ato, mentre la procura ha disposto l’interdizione dalla professione per l’avvocato Valerio Menaldi (avrebbe per l’accusa predisposto il bando di gara), il commercialista Eros Organni, amministratore delegato di Sei Toscana (che si è aggiudicata l’appalto) e dell’amministratore delegato di Siena Ambiente, Marco Buzzichelli. Altre sei persone sono state indagate.

Fonte: Corriere della Sera

Questa voce è stata pubblicata in Etruscany, italians, La Porta di....., Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Truccata gara di rifiuti da 3,5 miliardi, arrestato il direttore di ATO Toscana Sud:compagni dai campi e dalle officine

  1. Pingback: Anac chiede il commissariamento di SEI Toscana | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...