Il sangiovese di palude di Montalcino

Neanche avendo per agronomo un Cristo (che ai suoi tempi di miracoli se ne intendeva) sarebbe semplice produrre uva sana da un vigneto avvolto perimetralmente da un canneto e attraversato da un torrentello di acqua fresca, nel cui letto è stato risparmiato il trapianto delle viti lasciando libero passaggio al transito dei pesci rossi.
Produrre uva da vino in un posto così sconveniente fa pensare a quanta chimica si debba utilizzare per riuscire a portare un prodotto sano in cantina dato che peronospera e botrite qui devono picchiare parecchio sodo.

Questa voce è stata pubblicata in fare vino, Fotografie 2015, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a Il sangiovese di palude di Montalcino

  1. mario ha detto:

    Magari è un tre bicchieri!!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...