Se vuoi un bell’agliaio semina a gennaio

Lo dice anche la tradizione popolare che per avere del buon aglio, si deve seminare ora, nella fase di luna calante di questi giorni.
L’aglio dei negozi e dei supermercati, spesso vedono la penisola al momento dello sbarco e sanno di un sapore strano, oltre ad avere spicchi grandi e inutili.
Questo seme è aglio rosa di Sulmona, che pur messo nella terra arida del Chianti, sarà una base eletta per agliare i salumi, per accompagnare da fresco i caci pecorini, per una strofinata sul pane, per le perle da forno che necessitano sempre della sua presenza.
La cenere sopra la terra smossa e il seme, fa da corazza protettiva alle gelate.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2022, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...