Distanziamento da vanga e da orto

Dove c’è una vanga in azione, che penetra la terra, la rivolta e riparte nell’azione, non c’è pericolo di assembramento, ma semmai, per essere scambiati per matti, a seconda dei punti di vista e dei criteri più o meno fastosi di vita.
Escono alcuni sassi, profumo di terra fresca e umida, grandi ombricoli spaesati di vedersi all’aria aperta, ma che rispariscono in breve fra la terra.
E poi rastrello, e poi piantine, semi, irrigazione, serate serene, cestino per la raccolta.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2021, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...