Lucilla Tozzi

caracciolo-e-tozzi

Da un paio di settimane Lucilla ha raggiunto l’avo scrittore Federigo e guarda dall’alto il patrimonio di beni, di arte e cultura che ci è stato lasciato e quanto saremo in grado di proteggerlo e tramandarlo.
La lettura di un libro di Italo Calvino, che andrebbe proposto nelle scuole, sempre attuale, sempre presente, a memoria e figura del passato e dell’esistente quale è “La speculazione edilizia”, fatta in modi e ipocrisie diverse, di palazzinari, di film di Francesco Rosi, di oasi per sindaci e giunte affiliate nel “risollevamento economico” del paese.
La sua voce, la sua presenza in prima persona, almeno c’è stata, essendosi messa in gioco, prendendo posizione amando ciò che era, cercando di sterzare la marranità del presente.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...