Museo Nazionale Etrusco di Chiusi

L’arte e la bellezza, insieme all’approfondimento rendono cittadini migliori, e quando si ha la fortuna di vivere in un paese che è un museo a cielo aperto, curiosità e conoscenza in linea di massima dovrebbero essere una spinta all’andare.
Poi, spesso i musei e tanti altri edifici vengono dati in gestione a privati che finiscono per creare “eventi” appetibili e di richiamo per le grandi masse, più con lo scopo di fare cassa che di creare ricerca e cultura.
Il Museo Nazionale Etrusco di Chiusi, per importanza dei reperti conservati è secondo solo al Museo di Villa Giulia a Roma.
Al suo interno i visitatori possono trovare una gran quantità  di oggetti di uso comune in epoca etrusca, facilmente riconoscibili anche oggi.
Al netto di urne, vasi, statue, canpi, fibule ecc. per stare all’argomento di massa che regna sovrano, la cucina, si possono ammirare una grattugia, un’attizza brace e alcuni graffioni, per arrostire anche diversi tipi di ciccia in una volta sola.
Il biglietto di ingresso al Museo comprende la visita alle tombe della Pellegrina, del Colle e della Scimmia.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2019 e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...