Pagliarese Chianti Classico Riserva 1986

Fra trent’anni sarebbe interessante stappare una Riserva 2016 di Chianti Classico e scoprire se un vino di Carlo Ferrini o Stefano Chioccioli, presenta la stessa freschezza, bevibilità e piacere di questo Pagliarese Riserva 1986.

Neanche un’annata fra le migliori, piovosa e problematica fino agli sgoccioli di una vendemmia fangosa e protratta per le avverse condizioni metereologiche.
Eppure il sangiovese di allora con una punta di malvasia bianca delle viti diverse fra loro ha prodotto anche in un’annata avversa e non facile un vino di una gran beva ed eleganza, i cui sentori si rimandano alla marmellata di susine e al ginepro, per contentare gli antanisti che leggono questo pezzo.
Diraspatrice che balla, pompa a pistone, vinificazione nel cemento con macerazione per una ventina di giorni, sfecciatura e legno di botte piccola per un paio di annetti.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Berardenga, degustazioni, fare vino, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...