Si sta come d’autunno

L’ermetismo di Ungaretti si rifila della luce che penetra nei colori indistinti affabulatori e membri certi di un organico, quanto incontrastato ordine certo, di pura, essenziale bellezza che si ritempra e rinnova in un cuore piccino che batte forte, sempre e ancora.
Le pesche a pasta bianca attendono di esser colte, sole o nel sangiovese affogate.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2016, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...