Uno schiaffo alla miseria: il pane invenduto gettato in un cassonetto, un articolo di Augusto Mattioli sul Cittadino

siena pane nei cassonetti foto da il cittadino on line siena pane nei cassonetti foto da il cittadino on line (2)

Pane non venduto buttato in un cassonetto. Eppure c’è chi ne avrebbe bisogno con i tempi non facili per molte famiglie. Un segnalazione di arriva da Adriano Fontani, che ha raccolto nei pressi della Conad di Massetana Romana un consistente numero di  vari tipi di pane gettato via che sarà portato ad una parrocchia.

Non c’era altra soluzione ci viene da chiedere al responsabile del supermercato in questione? Eppure da altre parti anche a Siena a quanto ne sappiamo l’invenduto viene riutilizzato. Magari regalandolo, magari rivendendolo a prezzi ridotti. I nostri nonni, quelli che hanno vissuto gli anni della guerra e della fame, si stanno rivoltando nella tomba.

Esiste qualcuno o qualche associazione che possa occuparsi di questo problema? Magari anche il Comune di Siena  potrebbe prendere l’iniziativa di un coordinamento per  evitare un simile spreco.

Fonte: Augusto Mattioli, Il Cittadino

Questa voce è stata pubblicata in italians, La Porta di....., Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Uno schiaffo alla miseria: il pane invenduto gettato in un cassonetto, un articolo di Augusto Mattioli sul Cittadino

  1. filippo cintolesi ha detto:

    Malati di mente.
    Mi sono appena mangiato una fantastica pappa.
    Fatta con un tocchetto di pane posato duro come il sasso.
    Fatto a pezzetti, crogiato con un po’ di olio e aglio, allungato con brodo vegetale appena fatto, e’ gia’ ottimo cosi’.
    Se poi si pensa che la pappa debba per forza essere col pomodoro, aggiungerci del pomodoro a pezzetti (tanto ormai si trova anche a febbraio) o del pelato.
    Salvia al posto del basilico.
    Rimette al mondo.

    Mi piace

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Giusto Filippo, malati di mente è il termine perfetto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...