Caccia al cinghiale S.P.A: intervista su La Nazione di Giovanni Pellicci ad Alessandro Gallo, enologo di Castello di Albola

Un’ottima annata con il rischio concreto che sia devastata dalla voracità dei cinghiali che compromettono quantità e qualità dell’uva e conseguentemente del vino.

E’ questo il senso delle parole che Alessandro Gallo, direttore ed enologo del Castello di Albola a Radda in Chianti, rilascia a Giovanni Pellicci, giornalista de La Nazione.

“Siamo letteralmente invasi da un numero sempre più alto di ungulati, specie di cinghiali.
Ormai la nostra è una guerra impari, perchè da un lato gli ungulati proliferano e noi siamo ostaggi di burocrazia e normative che ci impediscono di agire in modo efficace per contrastare un fenomeno sempre più pericoloso anche per le vite umane.

I danni che contiamo in questo periodo sono il risultato di anni di errori e di una procedura troppo macchinosa: la prevenzione che doveva essere fatta in inverno è stata rallentata da mancati accordi operativi. Per questo oggi ci troviamo sotto assedio.
Per le aziende del comparto vino e non solo, si tratta di un danno economico importante.
Nel nostro caso, avendo una tenuta molto grande, che si estende per oltre 400 ettari, è impossibile tenere sotto controllo la situazione.
Abbiamo fatto segnalazioni di ogni tipo alla provincia, con pazienza abbiamo avuto la notifica dei danni subiti, ma poi i permessi per cacciare sono troppo lenti: nel nostro caso abbiamo centinaia di quintali di uva danneggiata.
L’impatto sul raccolto finale sarà sicuramente in doppia cifra, senza dimenticare che, in caso di pioggia, l’uva danneggiata dai cinghiali è più soggetta ad attacchi di marciume.”

Fonte: La Nazione Siena del 28 agosto 2015

Questa voce è stata pubblicata in Chianti Storico, Etruscany, fare vino, Fotografie 2015, italians, La Porta di..... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...