L’autunno è la primavera dell’inverno

La brinata che scricchiola sotto i piedi pare un lamento malinconico della terra ai nostri soprusi.
Le giornate corte di luce e umide di pioggia o gonfie di freddo sanificatore invogliano a coccolare un libro accanto a una tisana calda in cerca di aromatico tepore.
L’inverno per chi ha i piedi freddi, il collo si ferma, gli occhiali si appannano, si cura con impacchi di ribollita con il cavolo nero cotto dal freddo e un filo d’olio nuovo appena fatto.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, fotografie 2014, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

0 risposte a L’autunno è la primavera dell’inverno

  1. silvana ha detto:

    Amo quell’inverno lì e spero che non sia andato in ferie ai tropici.

    Mi piace

  2. sabrina somigli ha detto:

    impacchi di ribollita, maschere nutrienti al cinghiale in dolceforte e pan co’ santi al posto della propoli. Eppur continua a mancarmi il sole

    Mi piace

  3. Andrea Pagliantini ha detto:

    E nella giornata inaugurale della raccolta delle olive, il turbine di vento di ieri ha frastornato idee e povere ossa, temendo a quanto sarà buio e duro da passare il prossimo inverno.
    La meglio cosa è serenamente sempre pensare al sole.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...