Lei clacsonava

targa-amici-miei-via-dei-renai

“A quest’ora il Perozzi finisce il suo lavoro di capo cronista, ed esce dal giornale per andare a casa. Ah, il Perozzi sono io. Son talmente abituato a sentirmi chiamare “Il Perozzi” dai colleghi, e soprattutto dagli amici, che quasi ho dimenticato che mi chiamo anche Giorgio.

No! No!! Attenzione, no, pastène soppaltate secondo l’articolo 12, abbia pazienza, sennò posterdati per due anche un pochino antani in prefettura!”

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Cinema, Etruscany, Federica, Fotografie 2021, italians, persone e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Lei clacsonava

  1. Federico Cinti ha detto:

    Giorgio Perozzi e i suoi cornetti caldi, a dir poco sublime! e pensare che molti ragazzi, oggi, non hanno mai sentito parlare di “Amici miei”.

    "Mi piace"

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Tanto è vero che in questo momento, a Siena, presso il giardino segreto di Camollia, è in corso una rassegna di Amici Miei con spezzoni del film, pubblicazioni sui luoghi e qualche maglietta con le famose frasi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...