San Gusmè: tromba d’aria ferisce la casa del glicine

Durante la notte, la violenza del vento aggredisce l’incrocio della strada fra San Gusmè e Santa Chiara, finendo per sradicare cipressi secolari e olivi trentennali, ferendo la casa sull’incrocio, vuota da tanti anni, famosa  per la meraviglia del suo glicine che fiorisce al bordo della strada.
Lacrime che si mescolano a pioggia, l’odore acre del cipresso scosciato o appena tagliato, dagli operai della Provincia, che hanno moltiplicato le forze per riaprire prima possibile la strada nei due sensi di marcia.
Resta una deliziosa casa ferita (non gravemente come la capanna), resta la desolazione di piante che non ci saranno più, che facevano da invito e corridoio verso San Gusmè, paese dove oggi sgomento e tristezza camminano rasente i muri.

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, Fotografie 2020, luoghi, persone e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...