La raccolta dei fichi

Ti ho conosciuta sotto l’ombra di un fico che parevi una comparsa spaurita e ti ho rivista, mesi dopo, all’ombra della stessa pianta che parevi una rondine intrisa di vinsanto e sani ventricoli d’ardente marino amore.
Dolce e granellosa, pungente e ironica come una mattina di maggio, foglia che copre i sogni più teneri e conserva il profumo intenso dei fichi nei forni, ripieni di noci, anice, e intensi pomeriggi d’autunno.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2020, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...