Valore aggiunto di imbecillità

Ci uniformiamo velocemente ai cambiamenti che la vita comporta nelle abitudini quotidiane e nei materiali grandi e piccoli da abbandonare nei posti più comodi.

Uno splendido viale di olivi in campagna, un parcheggio, i piazzale dei supermercati, i bordi delle strade, l’erba di un giardino.
Non più damigiane spagliate, sedie sfondate, materassi di cambio stagione, televisori, batterie e frigoriferi ecc. abbandonati ai bordi delle strade o nelle piazzole dei cassonetti, bottiglie lanciate dai finestrini o bustine di integratori da due ruote.
Ci siamo evoluti in un valore aggiunto di imbecillità gettando guanti e mascherine usate in giro per ovunque, a dimostrazione che al peggio, non c’è mai fine.

Fonte:Il CittadinoIl Gazzettino del Chianti

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, Etruscany, Federica, Fotografie 2020, italians, Le lastre di Monicce, Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...