Il mare riporta a riva l’imbecillità del genere umano

Cento metri qualsiasi nell’alto Tirreno, di litorale toscano, un mare appena agitato con uno strano cielo plumbeo per poche ore, con un leggero vento sull’acqua, che riporta a riva le nostre miserie umane, cascate, ma spesso e volentieri ributtate in mare.
Una scarpa, una cassetta di polistirolo, pezzi di rete arancione da cantiere, bottiglie, pezzi di plastica, i mitici cotton fiok distribuiti in ogni dove, un inalatore, tantissimi tappi di ogni colore che si spandono sulla spiaggia, bottiglie di vetro: imbecillità del genere umano.

Questa voce è stata pubblicata in Etruscany, Federica, Fotografie 2019, italians, La Porta di....., Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...