La cripta della chiesa di Abbadia San Salvatore

Il complesso risale al 762 dopo l’imbullettato e pare fondato da un nobile longobardo, tale Ratchis, ebbro come ai tempi di fede e di sua edificazione.
La chiesa soprastante è del 1035, con una facciata, dove ai lati ci sono due torrioni, uno completo, l’altro rimasto a mezzo come si è usi nella penisola.

La cripta presenta trentadue colonne marmoree ognuna delle quali diversa dalle altre, con foglie di acanto, ciocche d’uva, scene quotidiane e tante fede scolpita perchè non c’era di meglio da riprodurre.
Si intravedeno, di scorcio, in ogni penombra, in ogni sospiro di sole attraversa per un solo istante, un battito di ciglia, un cardiaco rumore, un riflesso di origine turchese.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2018, persone e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La cripta della chiesa di Abbadia San Salvatore

  1. Daniela ha detto:

    Toglie il fiato per quanto è splendida!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...