Folon e il giardino delle rose di Firenze

Dieci sculture in bronzo dell’artista belga Jean Michel Folon sono attorniate, in questo tiepido, soleggiato, ormai primaverile novembre, da uno sbocciare di rose più lento che a maggio, ma in egual modo appariscente e festante.
Un oasi di quiete, pace, rondine e amore, con vista su una momentanea capitale d’Italia, dove il Perozzi sguazzava uscendo dal giornale all’alba, diventata oggi circuito per grandi jeep da montagna guidate da scarpe a punta e mamme che portano i bimbi all’asilo che si intrattengono per ore dall’estetista, parrucchiere, sprizzifici dopo le cinque.
Le 17, come direbbero a Milano.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2017, persone e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...