Oleandri dell’estate

Dove ora si trovano i tavolini del bar e dove le persone sorseggiano gaudenti ottimi aperitivi e gustosi pranzetti, la Nella aveva un grandissimo oleandro e poco dietro un altro un po’ più piccolo che viveva all’ombra di quello grande.

A partire dalla fine di giugno, per tutto il mese di luglio e parte di agosto, si riempivano di densi fiori rosa sotto i quali regnava un fresco refrigerante di ombra.

C’erano già le due siepi lungo la strada che si tinteggiavano, come ora di bianco, rosa, rosso intenso e sanguigno.
Altri, nel tempo si sono aggiunti all’interno del paese e sono diventati un tocco intenso nelle foto e nella colorazione di un luogo, anche per la gioia di pittori tedeschi che ogni anno vengono a ritrarre questi sassi.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Federica, Fotografie 2017, La porta di Vertine e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Oleandri dell’estate

  1. Pingback: Pittori a Vertine | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...