La privatizzazione delle poste

Da alcuni giorni è in atto un presidio davanti la sede centrale delle poste in piazza Matteotti da parte dei lavoratori del suddetto istituto per sensibilizzare i cittadini – utenti sull’intenzione del Governo nazionale di voler privatizzare una delle più importanti aziende del servizio pubblico.
La decisione di totale privatizzazione del Gruppo Poste, presupppone che la funzione capillare, sociale e periferica degli sportelli venga meno, togliendo un importante punto di riferimento per gli abitanti di borghi medio piccoli, con gravi conseguenze per l’occupazione e per il servizio alle persone.
Un Gruppo che sino ad oggi, sia pur con rendimenti minimi ha sempre protetto e garantito i risparmi degli italiani di fronte a quelle dinamiche di rischio speculazione che tanti danni hanno prodotto con il sistema bancario degli ultimi anni.
L’obiettivo del governo è quello di far cassa per abbattere in modo insignificante il debito pubblico: solo per questo lo Stato vende i suoi ultimi gioielli, privando di servizi i cittadini e privando del lavoro tantissimi dipendenti.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Etruscany, Fotografie 2017, italians, La Porta di....., persone, Porcate e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...