Il problema auto nel castello di Barbischio

Più o meno sono venticinque le persone residenti nel castello di Barbischio, nel comune di Gaiole in Chianti, che durante i mesi invernali, a partire da novembre, fino a marzo, sono più abituate allo scorgere un traffico di cinghiali che di persone.

Il Chianti è come un grande negozio di souvenir, aperto da Pasqua fino alla fine di ottobre, che una volta giunti alle porte dei rigori del freddo, abbassa le saracinesche e permette agli abitanti rimasti, un letargo di mesi da smaltire con il telecomando, il pallinaio, la briscola, la messa delle cinque, l’ambulatorio del dottore o la mirabolante avventura della caccia al cinghiale.

Dai pirmi di aprile la natura sboccia e il mondo di turisti e vacanzieri si rianima. Riaprono alberghi, strutture ricettive, e ristoranti e nei piccoli borghi, come Barbischio, iniziano i problemi per chi qui è stato tutto l’anno in uno spazio che gradatamente si restringe.
Non per mancanza di spazio, ma perchè di un ampio e confortevole parcheggio aperto da pochi anni a meno di 50 metri dal borgo se ne fa poco uso e perchè turisti stranieri con macchine enormi, si intrufolano nelle stradine senza sfondo, infilando a tentoni imbranate retromarcie o improbabili soste nei posti più assudi, creando non poche difficoltà a chi, in questi sassi vive ogni giorno. Preservare gli antichi borghi dall’invasione delle auto è sempre cosa buona e giusta.

Fonte: Il Cittadino

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Chianti Storico, Etruscany, Federica, Fotografie 2017, italians, La Porta di....., persone e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il problema auto nel castello di Barbischio

  1. Lallo ha detto:

    Solo per curiosità: ma i residenti lasciano la macchina nel posteggio dopo il carico e lo scarico?

    Mi piace

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    I residenti possono entrare per un carico e uno scarico veloce, ma poi dovrebbero portare la macchina nel posteggio come tutti gli altri.
    L’arrabbiatura perchè non si passa da primavera fino alla fine dell’estate, come spesso succede, è dovuta al fatto che la macchina sotto la porta di casa ce la vogliono lasciare i residenti…..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...