I capanni di Piazza del Campo

Piazza del Campo è sicuramente una delle piazze più conosciute e più belle al mondo, meta di turisti e di miliardi di scatti fotografici ogni anno.
Una conchiglia resa possibile dall’arte e dall’ingegno dei senesi di epoche antiche, che mattone dopo mattone hanno cesellato il profilo di un luogo unico.

Un luogo da vivere e da gustare, ma anche da proteggere e coccolare perchè la bellezza è di tutti e perchè la storia di una città non si riduce a un codice a barre.

Una città d’arte non è solo un grande salvadaio da cui attingere e serve un minimo di gusto.

Prendere un caffè seduti in Piazza del Campo è un momento conviviale e piacevole, ma anche un emozione se si alza la testa e lo sguardo dalla lista dei coktail e delle noccioline.

Davanti a vari locali in piazza sono comparse da anni varie strutture in vetro, ferro e legno come capanni, che permettono di accogliere più clienti all’esterno del locale, occupando però un ampio spazio nell’anello del passeggio e offuscando la bellezza e la visuale di ciò che l’antico senese ha messo in piedi.

Solo un po’ più di sensibilità salva i centri storici delle città d’arte dalla banalità del tutto uguale e dall’ossessione del far cassa spennando chi passa.

C’è anche la struttura di un locale che ha davanti un baracchino di oggettistica per turisti che stringe il camminamento ad un viottolo per orto.

Non è dare addosso alle attività economiche che hanno richiesto la realizzazione di questi capanni di ferro, vetro e legno ai piedi che si intende e stona, è pensare ad un Comune e ad una Soprintendenza che si concedono il lusso di far capannizzare una delle piazza più belle del mondo.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Etruscany, Federica, Fotografie 2016, Italia Nostra, italians e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a I capanni di Piazza del Campo

  1. Pingback: I capanni di Piazza della Repubblica a Firenze | Andrea Pagliantini

  2. rocco ha detto:

    … e poi in campagna, in cima alla collina, senza alcuna casa nelle vicinanze, in terreno di 1 ettaro, mi permettono di fare un capanno per gli attrezzi (trattore, motozappa e gli altri attrezzi d’uso per il campo) di… 1mtx1mt. E per carità, obbedisco. Ma mi sfugge proprio la logica.

    Mi piace

  3. Laura ha detto:

    Di sera queste strutture in piazza del Campo si completano con teli di nylon come un qualsiasi capanno da orto

    Mi piace

  4. Pingback: Il primo capanno fra i portici di Greve | Andrea Pagliantini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...