L’ombra dei fossi della Villa a Sesta

I pittori macchiaioli che ritraevano gli istanti della vita di campagna o le genti intente nel faticoso quotidiano vivere, hanno lasciato un solco percorso dalle scarpe comode e pese di chi cammina per passione allo scopo di far evaporare una settimana spesa davanti a uno schermo o fra le zolle burocratiche.

I meno di mille papaveri rossi di gioia della Villa a Sesta attendono gli scatti dei pennelli digitali di quanti intravedono petali di quiete sgorgare da una porpora bellezza.

Questa voce è stata pubblicata in Berardenga, Federica, Fotografie 2016. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...