Il ponte della Pia

Pare non abbia molti riscontri storici la triste storia di Pia de’ Tolomei esiliata e poi gettata dalla Torre di Castel di pietra in Maremma, per permettere al marito Nello di risposarsi, che per arrivare al luogo di reclusione dovette percorrere il famoso ponte a schiena d’asino sul torrente Rosia.

Pur avendone parlato Dante nel Purgatorio e Gianna Nannini in una recente e famosa canzone, tutta la storia della Pia, pare avere connotati ben diversi.
Il ponte però è anche l’inizio di un’immersione nella rigogliosa campagna del comune di Sovicille e l’intersecarsi di sentieri che mostrano una bellezza e una rusticità agli antani lustrati che fortunatamente non hanno scalfito questo pezzo di Toscana.
Dal ponte della Pia, è facile arrivare in un agile sentiero all’eremo di Santa Lucia.

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2016, Italia Nostra e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...