Il museo di Contrada del Leocorno

Marco che molte volte per prestanza fisica ed impegno in Contrada è stato “il duce” della comparsa del Leocorno nel corteo storico che precede la carriera dei cavalli in Piazza del Campo, apre ai visitatori le stanze della memoria della sua Contrada e delle sue genti.
Una Contrada incassata nel centro storico non grande di territorio e di popolazione, ma socialmente viva e che spesso non disdegna di far scendere il Palio dal palco dei capitani per portarlo nel proprio museo, ma non prima di cene, giri in città, tamburi e la campanina della chiesa che suona tutta la notte gioiosamente vincente.

Alle pareti esposti con ricordo ed orgoglio i Pali vinti e tutta l’oggettistica e i costumi che nel corso degli anni (tanti) hanno rappresentato i colori dell’Unicorno nelle ricorrenze, nel corteo storico, nell’accompagnare i contradaioli per l’ultimo viaggio.

E’ conservata una piccola campana che per voce popolare si racconta sia la martinella del carroccio fiorentino catturato durante la battaglia di Montaperti (1260).

Questa voce è stata pubblicata in Arte e curtura, Federica, Fotografie 2015, Fotografie 2016, Palio, persone e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il museo di Contrada del Leocorno

  1. marco ha detto:

    Saluti da Marco (quello della prestanza fisica e dell’impegno…)

    Mi piace

  2. Andrea Pagliantini ha detto:

    Un caro saluto a te Marco per la dettagliata spiegazione del museo e della tua grande Contrada.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...